Commenta per primo

Per la prima volta Barbara Berlusconi parla del suo amore per Pato e lo fa in esclusiva su Vanity Fair. Alle spalle una storia d'amore di dieci anni finita con Giorgio Valaguzza, padre dei suoi due bimbi, Alessandro ed Edoardo.  
"La separazione è stata un passaggio doloroso per tutti. Ma sia io che Giorgio abbiamo sempre dato il massimo: evidentemente non è bastato e doveva andare così. Siamo cresciuti insieme, io avevo 16 anni e lui 22. Con il passare del tempo ci siamo formati, siamo cambiati nel carattere e nelle aspirazioni. Dopo dieci anni ci siamo ritrovati più maturi, ma distanti", racconta a Vanity, in edicola domani.

Ora Barbara, 27 anni, ha ritrovato il sorriso accanto all'attaccante brasiliano del Milan, cinque anni più piccolo di lei. 'Questa relazione non è un colpo di testa. Se non fossi innamorata non starei con un uomo".
Forse da una manager laureata a pieni voti in filosofia non ci si aspetterebbe un fidanzato calciatore. "Che ipocrisia: perché dovrei scegliere il mio compagno secondo un cliché? Preferisco assecondare le mie impressioni. E il mio cuore".
Nessun imbarazzo per essersi impegnata con un calciatore immediatamente dopo aver messo piede nel cda del Milan. 'Mi sento una ragazza normale che si innamora di un ragazzo che la colpisce. Non ne farei una questione di status o di etichetta violata".
Di sicuro per il momento Pato difficilmente lascerà il Milan ma Barbara non si scopre. 'Tutti sono cedibili, Pato non fa differenza'.
Una cosa è certa. Questo è un momento magico per entrambi. 'Sono felice. Alexandre è una persona con cui è bello condividere".