Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco, allontana le paure in vista della semifinale di Champions contro il Barcellona. Hoeness non e' certo tenero nei confronti dell'ex ct della Germania, Klinsmann, allenatore dei bavaresi in occasione dell'ultima sfida con i balugrana. Al Camp Nou, nell'andata degli ottavi giocata nel 2009, i blaugrana travolsero il Bayern 4-0. "E' vero che avevamo Ribery e Luca Toni, ma bisogna chiedersi chi era l'allenatore in quel momento, avevamo bisogno di un tecnico vero - la frecciata del presidente bavarese a Klinsmann -. Ora c'e' Jupp che conosce la Liga spagnola e non si fara' sorprendere. Ha una grande personalita' e non necessita di chiedere consigli a nessuno, puo' farcela da solo", la risposta sull'ipotesi di confrontarsi con Guardiola, ex Barca e prossimo tecnico del Bayern. E proprio a proposito dell'arrivo dell'allenatore catalano, sulla possibilita' che il club tedesco produca un proprio Messi, Hoeness, intervistato dalla "Sport Bild", replica: "tutti parlano di Messi ma con noi giocatori come Schweinsteiger, Lahm, Muller, Badstuber o Alaba sono diventati delle stelle, abbiamo prodotto campioni in serie e dobbiamo esserne orgogliosi".