Commenta per primo
Il futuro di Bonucci e Almiron continua a tenere banco in questi primi giorni di calciomercato. Un destino incrociato che da una parte vede protagonista il Bari, dall’altra il Genoa e la Juventus. A quanto sembra di capire il club di via Torrebella vuole soprattutto definire in tempi brevi la posizione del centrocampista argentino che di fatto è l’obiettivo primario di Ventura. L’allenatore, il vero regista del mercato biancorosso, punta molto sulla riconferma di Almiron per consolidare il centrocampo e riproporre una squadra brillante sia in fase di costruzione del gioco che di interdizione (non a caso Gazzi è stato dichiarato incedibile, ma anche per Donati non dovrebbero esserci problemi). Il ds Guido Angelozzi ha già avviato alcuni contatti con i dirigenti bianconeri, nel tentativo di strappare un primo sì per la comproprietà di Almiron (ma non è escluso che si possa arrivare anche alla cessione definitiva). Siano in una fase interlocutoria della trattativa che è ripresa, con nuovi attori, dopo l’addio di Perinetti al Bari. Angelozzi e Ventura sono ottimisti sulla possibilità di poter tesserare Almiron anche per la prossima stagione. Per ora, la strategia adottata dalla società biancorossa è di tenere separate le due trattative, con la Juve per l’argentino e con il Genoa per Bonucci. Tuttavia, la linea di demarcazione sembra piuttosto labile. Molto dipenderà dalle risposte che il presidente genoano Enrico Preziosi darà al Bari sulla risoluzione della comproprietà del difensore viterbese fresco di Nazionale. “Col Bari esiste una collaborazione da anni – ha dichiarato Preziosi -. Spero che attraverso incontri programmatici si possa arrivare a una soluzione in tempi ragionevolmente brevi. La Juve – continua Preziosi – ha mostrato interesse sia per Bonucci che per lo stesso Ranocchia. Sono cose che si intrecciano ma che devono avere uno sbocco positivo per noi, non siamo un supermercato. Con la Juve abbiamo Palladino e Criscito, ci sono strade aperte. Ci incontreremo con Marotta e faremo il punto della situazione. Ma sarà difficile trattenere tutti e due”. Un altro dilemma in cui il Bari si è imbattuto negli ultimi giorni riguarda Barreto. Il brasiliano non è andato in Messico, insieme alla squadra, ma ha preferito sottoporsi a terapie specifiche per curare alcuni malanni muscolari. Di Barreto si sono perse un po’ le tracce, nè tanto meno l’Udinese (società proprietaria del cartellino dell’attaccante) ha fornito ulteriori notizie circa il futuro del giocatore. Potrebbe essere il preludio ad un repentino cambio di direzione e di destinazione per Barreto?. Ventura non vuole assolutamente privarsi del bomber carioca. Ma nel caso in cui le strade dovessero dividersi, potrebbe spuntare la candidatura di Simone Tiribocchi che sembra disposto a lasciare l’Atalanta.