3
La nona giornata di Serie C è sicuramente stata quella della nuova consacrazione del Bari, che dopo un avvio di stagione claudicante sta trovando il proprio equilibrio. Antenucci (foto dal profilo Instagram ufficiale) e compagni, infatti, hanno iniziato a ricucire il gap che si era creato con le prime della classe nelle fasi iniziali del campionato; e dopo i successi su Picerno e Cavese è arrivata un'altra vittoria di spessore nell'ultimo turno, con il Bari capace di avere ragione della Ternana capolista (2-0). Risultato che permette ai pugliesi di allungare la striscia di successi consecutivi a tre e, soprattutto, di portarsi a -2 dalla Ternana e -3 dal Potenza, nuova regina del Girone C. 

GIRONE A - Il Monza trova un altro successo decisivo in campionato, che permette al club di Berlusconi di conservare quattro punti di vantaggio sul Renate. E proprio le Pantere, 3-0 al Gozzano nell'ultimo turno, si stanno candidando al ruolo di anti-Monza in un Girone che fino a questo punto è stato senza storia. L'Alessandria incappa in un nuovo passo falso e dopo la sconfitta col Pontedera di una settimana fa non va oltre l'1-1 in casa con il Como, perdendo tanto terreno dalla testa della classifica. Piemontesi agganciati al terzo posto proprio dal Pontedera, che contro la Pistoiese raccoglie il terzo successo consecutivo utile per portarsi a -2 dal Renate. La sensazione, però, resta quella di un campionato a senso unico, nel quale ci sarà lotta soltanto per la seconda piazza. 

GIRONE B - Arriva a sorpresa la prima sconfitta stagionale del Padova, che cade in casa contro il Ravenna. Capolista superata per 2-1 dai romagnoli e avvicinata dalla Reggio Audace, ora lontana appena 3 punti. Vince anche la Sambenedettese, che strapazza a domicilio il Cesena contestato dai tifosi, e sale a quota 18, a -4 dalla vetta. Da sottolineare anche il primo successo stagionale dell'Imolese, che ha ragione della Fermana e agguanta, a quota 5, l'Arzignano. 
GIRONE C - Il Monopoli prosegue nel proprio momento d'oro e vince di misura sul campo del Rieti raccogliendo il quinto risultato utile consecutivo, con quattro successi nelle ultime cinque di campionato. Filotto che permette ai pugliesi di restare agganciati al treno del Potenza, nuova capolista dopo la sconfitta della Ternana. 1-0 anche per i Lucani, che superano il Teramo e si portano al primo posto solitario di una classifica ancora cortissima ed imprevedibile. Dopo due sconfitte ritrova la vittoria anche il Catania, 1-0 al Picerno, e si riporta a contatto con le prime, a -5 dalla testa.

SPETTACOLO AL SAN NICOLA - Come detto, però, protagonisti di giornata sono stati Bari e il Bari, autori di una doppia vittoria. Perché oltre al successo in campo contro la più temibile delle avversarie, c'è stato anche il record di presenze stagionali fatto segnare dai tifosi sugli spalti. In oltre 15mila hanno affollato gli spalti di un San Nicola tirato a lucido per l'occasione, con lo spettacolo offerto da pubblico e giocatori degno dei migliori palcoscenici italiani. La Serie B resta un obiettivo concreto per questo Bari, che a più riprese ha dimostrato di meritare un posto nel calcio dei grandi. E non solo per quanto fatto in campo, ma anche e soprattutto per ciò che accade allo stadio...