165

Nasce come un'ipotesi, presto si trasforma in obiettivo. Un mercato difficile come pochi in precedenza non impedisce alla Juve di valutare con grande attenzione tutte quelle opportunità che possono presentarsi strada facendo, situazioni che poi sono la specialità della casa di Beppe Marotta e Fabio Paratici. Così, al di là di come si possano sviluppare tutte le altre trattative già avviate a centrocampo da Steven N'Zonzi in poi, ecco che la Juve sembra sempre più intenzionata a non lasciare nulla di intentato sul fronte Renato Sanches.

LA SITUAZIONE
- Nonostante le smentite di rito, il portoghese avrebbe fatto sapere al Bayern tramite il proprio agente Jorge Mendes di non essere intenzionato a restare un'altra stagione in naftalina: 25 presenze complessive per appena 903 minuti in gare ufficiali, questo il magro bottino della prima annata agli ordini di Carlo Ancelotti. Solidi i rapporti tra Juve e Bayern Monaco, continui i contatti soprattutto in questo periodo che ha visto Douglas Costa avvicinarsi a Torino per poi restare in sospeso: settimane in cui si è iniziato a parlare di Renato Sanches, con la Juve che ha ribadito la propria disponibilità a trattarlo nel caso in cui il Bayern dovesse realmente decidere di rinunciare a lui almeno momentaneamente. Tanto che in corso Galileo Ferraris aumenta giorno dopo giorno la convinzione di provarci davvero, studiando un piano che possa portare Renato Sanches a Torino sulla scia di un'operazione del tutto simile a quella che ha poi visto Kingsley Coman sbarcare in Baviera. Avanza l'idea di un prestito di uno o due anni quindi, ma con ben altre le cifre in caso di riscatto: il Bayern deve infatti tutelare un affare come quello imbastito col Benfica da 35 milioni di euro più 45 milioni di bonus (5 per ogni stagione fino al 2021 da almeno 25 presenze, 20 nel caso in cui il portoghese arrivasse tra i primi tre nella lotta al Pallone d'Oro, come rivelato oggi dal Corriere dello Sport). Situazione in divenire, la Juve osserva la situazione con grande attenzione e si prepara a provarci.

@NicolaBalice