8
Sorride Sinisa Mihajlovic e sorride anche Giampiero Ventura: Andrea Belotti sta meglio e potrà essere in campo ben prima del previsto. Buon per il Torino, che nelle ultime partite ha sentito parecchio la mancanza del suo centravanti titolare, ma anche per la nazionale italiana in vista degli spareggi mondiali contro la Svezia. Quando lo scorso 1 ottobre, durante il secondo tempo di Torino-Verona, il Gallo è uscito dal campo con il ginocchio dolorante si era temuto un infortunio grave, che lo costringesse ad un lungo stop: gli esami clinici hanno invece fatto tirare un sospiro di sollievo allo stesso calciatore, ai tifosi granata ma non al ct Azzurro, che in queste settimane ha temuto di non poter contare su uno dei suoi attaccanti titolari per gli importantissimi playoff contro la formazione scandinava.

DOMENICA IL RIENTRO IN CAMPO - Ora anche Ventura può rilassarsi: in questi giorni Belotti è tornato a calciare il pallone, la ferita al ginocchio si è cicatrizzata e il dolore è quasi del tutto passato. Il centravanti non sarà a disposizione di Mihajlovic domani sera al Franchi per la partita contro la Fiorentina, ma potrà tornare in campo domenica contro Cagliari: una settimana prima rispetto a quanto le più rosee aspettative facessero immaginare. Il Gallo avrà quindi la possibilità di giocare due partite di campionato con il suo Torino  prima della gara di andata tra Italia e Svezia, potrà quindi arrivare all'impegno con la nazionale con tre settimane di allenamento e centottanta minuti di partita sulle gambe.

IL TORO E L'ITALIA SORRIDONO - Oltre che l'Italia, un disperato bisogno di Andrea Belotti lo ha anche il Torino che, nelle ultime due partite giocate senza il Gallo, ha faticato molto e ha raccolto un solo punto tra la trasferta a Crotone e l'impegno casalingo contro la Roma: al suo posto Mihajlovic ha sempre schierato Umar Sadiq, ma il giovane attaccante nigeriano finora non ha convinto. Con Belotti in campo per il Torino sarà meno complicato continuare la rincorsa all'Europa League, mentre per l'Italia potrà forse essere più semplice centrale l'obiettivo qualificazione al Mondiale in Russia.