1
Cagliari-Benevento 2-1

Brignoli 4,5: ha qualche responsabilità sul gol di Faragò che spiana la strada al Cagliari. Non può nulla sul colpo di testa vincente di Pavoletti.

Antei 5,5: qualche errore di troppo in fase di disimpegno, controlla con attenzione Sau.

Djimsiti 5,5: bel duello tutto fisico con Pavoletti, annullato fino al 94' dalla marcatura asfissiante del centrale albanese. Nel finale si perde il centravanti rossoblù sul gol del 2-1.

Di Chiara 5: troppe disattenzioni a ridosso della propria area di rigore. Suo l'ingenuo fallo da rigore su Sau.

Letizia 6: prova a tenere testa allo strapotere fisico di Miangue, ma va quasi sempre in difficoltà quando il giovane belga lo punta. Meglio in fase offensiva.

(Dall'80' Coda SV)

Cataldi 6: è l'unico che prova a ragionare nel centrocampo del Benevento, nella ripresa sfiora anche il gol del pari con un pericoloso colpo di testa.

Chibsah 5,5: la grinta non gli manca di certo, ma in fase di costruzione l'apporto è minimo.

Lazaar 6: in costante apnea su Faragò, che domina il duello individuale sulla corsia mancina. In fase di spinta crea qualche grattacapo alla retroguardia isolana.

Memushaj 5,5: prova a creare scompiglio sulla trequarti avversaria, ma tocca pochi palloni e non entra nel vivo del gioco come vorrebbe De Zerbi.

(Dal 72' Lombardi SV)

Ciciretti 5: spazia tra le linee alla ricerca della giusta posizione, ma non entra mai in partita. Senza la sua classe, questo Benevento fa una fatica tremenda.

(Dal 61' Viola 6,5: dopo il suo ingresso in campo i campani cambiano pelle. Aumenta il tasso tecnico e crea spesso superiorità numerica sulla trequarti, diventando un'arma pericolosa sui calci da fermo.)

Iemmello 6: il supporto dei compagni di squadra è nullo, o quasi. Prova a sgomitare tra i tre centrali rossoblù, ma fa troppa fatica a trovare palloni giocabili. Illude i suoi con il penalty realizzato in pieno recupero per il momentaneo 2-1.




All. De Zerbi 5,5: difficile, se non impossibile, dare una sterzata alla disastrosa stagione del Benevento in poche ore di lavoro. Qualche piccolo segnale di ripresa - soprattutto nel secondo tempo - si è comunque visto.