12
Uno dei rimpianti estivi del Milan sul mercato risponde al nome di Lucas Torreira. I rossoneri ci hanno provato a lungo ma non sono riusciti a scalfire il muro eretto dall'Arsenal. Pablo Bentancur, agente dell'ex Sampdoria e del connazionale Nandez, è intervenuto in esclusiva su calciomercato.com per raccontare il momento attuale e i possibili scenari futuri.


 Signor Bentancur, Torreira ha perso il posto da titolare all'Arsenal. Secondo lei per quale motivo?
"Devo dire che il cambio di ruolo lo ha penalizzato nettamente. Non si trova più a suo agio e speriamo che le cose possano cambiare".

Qualora l'andamento rimanga lo stesso potreste pensare di lasciare Londra in estate?
"Noi non abbiamo nessun problema con l'Arsenal ma solo parole di ringraziamento. L'Arsenal ha permesso a Lucas di misurarsi nella Premier League, gli ha sempre manifestato grande fiducia. Chiaramente gli interessamenti per Torreira ci sono eccome, specialmente da club spagnoli, ma non mi sono mai seduto con nessun club per parlare di un suo trasferimento. Questo per il grande rispetto che nutriamo nei confronti dei Gunners e del suo direttore generale Raul Sanllhei".

Tra questi c'è l'Atletico Madrid di Simeone?
"Non voglio fare nomi delle squadre per rispetto, ma posso dirle che l'Atletico aveva provato a prendere Lucas dalla Sampdoria due anni fa".

Qualche mese fa Torreira è stato vicino al Milan?
"C'è stato un interesse così come di altri club. Però noi ci siamo riuniti con il direttore generale dei Gunners, Raul Sanllhei, e ci ha subito detto che per l'Arsenal Torreira non era in vendita, una posizione irremovibile che ci ha fatto anche piacere devo dire. Il Milan non ha presentato una vera e propria offerta concreta, forse perché sapeva cosa pensava l'Arsenal del giocatore".

Si sente di escludere un suo ritorno in Italia?
"Lucas segue sempre con molto interesse il calcio italiano, non posso escludere nulla. In Italia è cresciuto come giocatore e come uomo, porta nel cuore le esperienze vissute al Pescara e alla Sampdoria".

Un altro suo assistito come Nahitan Nandez  sta facendo grandi cose a Cagliari.
"Non avevo nessun dubbio sul suo adattamento al calcio italiano, è perfetto per quelle che sono le sue caratteristiche. Nandez è un grande giocatore, un crack. Piace sempre ai tifosi perché lascia fino all'ultima goccia di sudore nel campo".

Non piace solo ai tifosi del Cagliari ma anche all'Inter di Conte, conferma?
"No comment".