30
Nel corso di un'intervista a La Repubblica, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha parlato della sua esperienza legata al Covid, sconfitto da poche settimane "Accuso ovviamente un po’ di stanchezza, comune a tutti quelli che hanno passato questa malattia. Sono però angosciato all’idea che tanti italiani provino quello che ho passato io: la sofferenza della malattia, la paura per i propri familiari e i propri amici, a cui si aggiunge in tanti casi il dolore per la perdita di persone care e la preoccupazione per la rovina economica di famiglie e imprese. Purtroppo la seconda ondata era prevedibile, io stesso avevo messo in guardia tante volte su questo gravissimo rischio. Oggi ogni sottovalutazione è inaccettabile, occorrono la massima responsabilità da parte di tutti nel seguire le regole e il massimo impegno da parte delle autorità pubbliche per contenere i danni al lavoro e al sistema produttivo. Noi su questo siamo pronti a dare una mano".