Milan

Reina 6:
salva il risultato nel finale con un intervento provvidenziale su Tello, incolpevole sul gol subito.
 
Musacchio 6:
combattente coriaceo, vince diversi duelli con Sanabria. Costretto al cambio per un duro colpo subito, da valutare in vista della Juventus.  (Dal 36' st Romagnoli s.v), 

Zapata 5,5: nel primo tempo sbanda a ogni attacco del Betis per vie centrali, sbagliando anche spesso posizione in marcatura. Molto meglio nella ripresa. 

Rodriguez 6: gioca una buona gara dal punto di vista difensivo: unico neo l'intervento in ritardo in occasione del gol subito, ma doveva mettere una pezza a una errata lettura di Bakayoko. Diligente.

Borini 5: schierato come esterno del centrocampo a 5, finisce per fare tanta fatica con Junior Firpo che lo prende sempre alle spalle. Sbaglia tanto anche in fase d'impostazione, spaesato.

Kessie 6: tiene alto il pressing per 90', annulla Canales e mette più di un rammendo nei momenti di difficoltà.

Bakayoko 6: non fa nulla di straordinario, ma risulta spesso decisivo nei tanti contrasti vinti a centrocampo. Ha delle responsabilità sulla marcatura del Betis quando non copre su Lo Celso. 

Çalhanoglu 5,5: l'impegno c'è, Hakan mostra segnali di ripresa anche se è ancora il lontano parente del giocatore ammirato nella scorsa stagione.(Dal 43' st Bertolacci s.v), 

Laxalt 5: tra i nuovi acquisti rossoneri è quello che sta faticando di più a entrare nei concetti di gioco della squadra. Perde malamente il pallone che manda in porta il Betis per l'iniziale vantaggio.(Dal 31' st Abate 5: entra e ne combina due molto gravi: prima si fa soffiare un pallone  in una zona interessante, poi regala un corner nel recupero agli avversari ); 

Suso 6,5: gioca con la consueta classe e tranquillità anche nei momenti di maggiore pressione avversaria, facendo rifiatare i suoi. Trova il primo gol in Europa League con una traiettoria velenosa su calcio piazzato. 

Cutrone 5,5: una partita di grande sofferenza, dove Bartra lo anticipa spesso e volentieri. Troppo isolato, non incide. 

All. Gattuso 6: tra primo e secondo tempo si è fatto sentire e ha ottenuto la reazione che voleva. Falcidiato dagli infortuni, non può fare molto meglio. 

BETIS SIVIGLIA 

Pau Lopez 5:
l'indecisione sulla conclusione di Suso pesa tantissimo. 

Mandi 6: tiene bene la linea, sul gioco aereo concede poco e nulla.

Bartra 6,5: beniamino di casa, rapido ed elegante in tutte le chiusure sugli attaccanti rossoneri. Giocatore abituato ad altri palcoscenici.

Feddal 5,5: l'anello debole della difesa betica, il Milan sfonda spesso dalla sua zona di competenza. 

Tello 5,5: ha il match ball nel finale ma centra in pieno Reina.

Lo Celso 7: bissa la grande prova di San Siro: segna, rifinisce, detta i tempi con ritmo e qualità. 

Carvalho 6: muscoli e sostanza per il centrocampo bianco verde. Per la qualità ripassare in un'altra occasione.

Canales 5,5: dei tre di centrocampo è quello che entra in partita solo a sprazzi. L'argento nei suoi piedi è vivo, ma questa sera si prende una serata di riposo.

Junior Firpo 7: indiavolato, percorre km su km a mille all'ora. Suo l'assist per il gol di Lo Celso.

Sanabria 5: ha sulla coscienza il gol fallito, facile, al 15' del pt che poteva mettere in ghiaccio la partita. (Dal 29 st Loren 5,5: si vede poco nel convulso finale, il suo ingresso è forse tardivo)

Joaquin 6:
non ha più l'accelerazione dei tempi migliori, ma difficilmente perde palla. Positivo.(Dal 21' st Guardado 5,5: finisce per fare solo tanta confusione).


Setien 6,5:
non è amato dal  pubblico, ma la sua squadra gioca a calcio piuttosto bene.