94
Era la metà di ottobre, venti giorni fa. La Juventus ha iniziato a fare sul serio nel seguire da vicino Rodrigo De Paul, passo dopo passo nel percorso di crescita che ormai sta diventando evidente. Non che ci sia necessità di scoprire un giocatore tra i più qualitativi della nostra Serie A ormai da anni, ma la volontà di approfondire e monitorarne i miglioramenti fa parte di un processo di scelta per i top club. Ecco perché un uomo del club bianconero era in tribuna per Udinese-Genoa, l'unica vittoria dei ragazzi di Gotti finora per 3-2 con De Paul protagonista.

Un vero e proprio blitz, alla presenza anche dell'agente Augustin Jimenez che segue spesso il suo assistito partita dopo partita. La missione è stata utile per confermare le ottime relazioni che la Juve fa da anni per De Paul, sempre più leader a Udine e pronto al grande salto. In estate il Leeds ha sfiorato il grande colpo senza convincere la famiglia Pozzo che ha sempre preteso 35/40 milioni, la Juve aveva iniziato a pensarci senza affondare il colpo. Ora l'argentino è tenuto sotto controllo, rientra in una lista di idee ma i costi rimangono impegnativi. Si vedrà più avanti, probabilmente in estate avendo già speso tanto su Chiesa nei giorni finali di ottobre. Intanto, gli occhi della Juve sono (anche) su Rodrigo.