Commenta per primo
Altro appuntamento con il passato per Nicola Sansone. Dopo la sfida di due settimane fa con il Parma, squadra in cui tra il 2012 e il 2014 ha collezionato 43 partite e 8 gol, domani sera alle 20.45 l'esterno offensivo del Bologna ritroverà il Sassuolo, per lui tappa fondamentale di un percorso che lo ha poi portato in Spagna, sponda Villareal. Si preannuncia quindi una partita speciale per l'attaccante classe 1991, che proprio con il club emiliano ha vissuto uno dei periodi migliori della sua carriera: con i neroverdi, tra il 2014 e il 2016, è infatti sceso in campo per 89 volte segnando 20 reti e disputando anche il doppio match contro il Lucerna che al Sassuolo è valso una storica qualificazione in Europa League.

IN RIPRESA - Dopo un inizio di stagione complicato, con tanta panchina e diversi problemi fisici, nelle ultime uscite Sansone ha mostrato incoraggianti segnali di ripresa, accumulando sempre più minuti e mettendosi al servizio dei compagni. Dopo i due assist a Barrow nel derby contro il Parma, il gol non è tardato ad arrivare: lo ha segnato a soli 50 secondi dal fischio d'inizio del match successivo, quello casalingo contro il Benevento, in una partita che nonostante il pareggio finale lo ha visto finalmente protagonista.
VOCI... DAL PASSATO - E protagonista, Sansone, avrebbe potuto esserlo anche in un grande club. Era l'estate del 2018, aveva appena concluso una buona stagione in Liga e si vociferava di un suo possibile ritorno in Italia: alla Lazio, alla Fiorentina, al Parma e poi all'Inter, con i nerazzurri apparentemente interessati a uno scambio tra l'attaccante e il connazionale Eder, poi volato in Cina.

"NUOVO" TITOLARE? - Rimasto in Spagna dopo mesi decisamente "caldi", il classe 1991 è tornato a casa l'anno successivo, nel gennaio 2019, sposando il progetto del Bologna di cui ora sembra poter essere un "nuovo" titolare. Serviranno conferme, certo, che potrebbero arrivare già dalla sfida di domani: da quando milita tra i rossoblù Sansone ha già affrontato il Sassuolo 4 volte, accumulando un bottino di 3 sconfitte e una sola vittoria. Che sia arrivata l'ora della rivincita?