Commenta per primo
Le aspettative – inutile sottolinearlo – sono altissime per Giovanni Sartori. L’uomo che ha fatto grandi Chievo e Atalanta è arrivato a Bologna come Responsabile dell’Area tecnica per portare la squadra rossoblù dove merita di stare. La sua conferenza stampa di presentazione ha sottolineato i tratti di un uomo che sa il compito che gli spetta, appassionato e determinato come agli inizi di questo lavoro.
 
“Il Bologna cerca la svolta. Con l’Atalanta ci servirono due anni per il salto di qualità. Non so se qui potremo aspettare tanto, ma penso si possa fare un buon lavoro, partendo da basi solide e andando a delineare un percorso adeguato alle ambizioni del patron” – sono state le sue parole – “Come prima cosa dico che la Coppa Italia deve diventare un obbiettivo, con l’Atalanta ho raggiunto due volte la finale. Servono cinque partite di livello per andare in Europa, non si può quindi snobbare la Coppa Italia”. Colpiti e affondati, considerando il percorso del Bologna nella competizione nel corso degli ultimi anni.
 
Ma i temi toccati da Sartori sono stati tanti, innanzitutto il mercato “Nella di testa di tutti noi Marko è incedibile, poi nella vita mai dire mai, ma posso dire che il Bologna riparte da Arnautovic” passando per la situazione legata a Mihajlovic “La scelta di proseguire con lui è stata collegiale. Un po’ alla volta definiremo tutto, modulo compreso, in base anche alle occasioni sul mercato”. 
 
Dal passato con il papà tifoso del Bologna al futuro con questa squadra, Sartori con le sue idee, il suo carattere ma soprattutto la sua bravura dimostra di essere l’uomo giusto per questo club. La società rossoblù ha bisogno di alzare le sue ambizioni e cominciare ad affermarsi in Serie A, per farlo serviranno gli uomini giusti ma anche una figura che sia un collante tra le parti e che lavori per il bene della squadra. In questo, Giovanni Sartori non ha rivali e potrà contare su Marco Di Vaio, nominato ufficialmente Direttore Sportivo e che riporterà direttamente a lui. Il nuovo corso è cominciato, ora si aspettano solo gli innesti dal mercato.