13
Ecco l'analisi sulla prestazione dell'Inter contro il Napoli fatta dal tifoso Paolo Bonolis sulle frequenze di Radio Sportiva. “La partita l'ha fatta l’Inter, come all’andata. Il Napoli ha trovato due circostanze che hanno permesso di passare il turno. Conta poco quanto giochi ma conta quanto segni. Penso che i nerazzurri abbiano alla fine giocato bene anche se smorzati in attacco. Forse c’è stato un errore tattico: in vantaggio fuori casa su calcio d’angolo non c’è bisogno di tutti i difensori dentro l’area. Quel gol è stato un fulmine a ciel sereno. Tanto di cappello a chi ha passato il turno".

Sulle critiche ad Antonio Conte:
"Non penso sia intoccabile, ha fatto un ottimo lavoro fino a questo punto. Ci sono stati diversi infortuni che hanno costretto a giocare sempre con gli stessi giocatori in questo momento importante della stagione. Sanchez è tornato a pelo dopo essersi fermato. L’Inter ha manifestato grande compattezza, il 3-5-2 si addice all’allenatore e penso che alcuni giocatori possano migliorare. Mi aspetto che sul mercato la famiglia Zhang punti a fare uno scalino ulteriore. Il campionato non è compromesso e c’è un’Europa League in cui fare bene. Non vedo questo disfattismo".
Su Lautaro: 
"La sua gara non è stata eccellente, come quella di Lukaku. Non dimentichiamoci che è molto giovane e gestire determinate pressioni non è semplice".

Sulla finale di Coppa Italia:
"Difficile tifare per una delle due, da interista non posso che sperare che vinca il Napoli ma non per cattiveria. Il rapporto-confronto con i bianconeri è ormai viscerale, ma la Juventus ha una squadra formidabile e ha sicuramente tutte le possibilità di portare a casa la coppa".