117
Bisognava vincere per ipotecare il passaggio del turno e vendicare la beffa dell'andata, invece è arrivata una beffa ancora più atroce, sempre oltre il 90': la Roma di Paulo Fonseca, reduce da un ottimo periodo con otto risultati utili di fila (4 vittorie e 4 pari), che l'ha portata al terzo posto in Serie A, si ferma cedendo per 2-1 al 95' questa sera alle 21 presso lo Stadio im Borussia-Park di Monchengladbach contro capolista della Bundesliga, il Borussia Monchengladbach di Marco Rose, nel match valido per la quarta giornata di Europa League del Gruppo J, la prima di ritorno, con l'autogol e il gol di Fazio, prima della rete beffarda di Marcus Thuram, figlio dell'ex Juve e Parma Lilian, al 95'. Partita fondamentale in ottica qualificazione per i giallorossi, ora tezi a quota 5, superati proprio dai tedeschi per gli scontri diretti. Cammino ora complicato, complice anche l'altra sfida del girone tra Wolfsberger e Basaksehir, terminata 0-3: turchi primi a quota 7, austriaci ultimi a quota 4. Niente vendetta dopo la gara di andata all'Olimpico, quando la Roma fu beffata da un rigore di Stindl concesso per un fallo inesistente di Smalling: arriva un'altra doccia gelata. ​Questo è stato il secondo incontro tra Roma e Borussia Mönchengladbach in competizioni europee, dopo quello dell'andata. La Roma perde l’imbattibilità in Europa League, nella fase a gironi, che durava da 14 gare (8 vittorie e 6 pareggi nel parziale). 


A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI MINO FUCCILLO PER 100ESIMO MINUTO.