36
Aria tesa in casa Juventus: fra la società e Giovinco c'è in atto un vero e proprio braccio di ferro per quanto concerne il futuro dell'attaccante bianconero. Giovinco ha deciso di andare a scadenza, per potersi accasare altrove il prossimo giugno: la Juventus però continuerà a spingere per la sua cessione già a gennaio.

NON SI MUOVE - Il magro bottino annuale di Giovinco in bianconero recita così: sei presenze in Serie A e tre in Champions League, per un totale di 191'. Una miseria per chi punta a essere un punto fermo della Nazionale di Conte. A gennaio l'attaccante della Juventus compirà 28 anni e l'idea di lasciare il suo attuale club già a gennaio pare essere stata accantonata, nonostante Allegri continui a utilizzarlo per pochi minuti a partita. Secondo quanto raccolto in esclusiva da Calciomercato.com infatti, Giovinco non si sposterà dalla Juventus nella prossima sessione di mercato: il giocatore preferisce andare a scadenza (giugno 2015), avendo così la possibilità di scegliere liberamente dove giocare il prossimo anno, senza essere vincolato dall'attuale ingaggio (2,2 milioni di euro). Ecco spiegate le parole del tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella ("Giovinco? Forse troppo caro per noi"), conscio dell'elevato stipendio percepito dal giocatore, fuori dai parametri della società viola.
ZAZA SI FA COMUNQUE - Proprio noi di Calciomercato.com avevamo rivelato in esclusiva come la Juventus a gennaio vorrebbe anticipare l'arrivo di Zaza dal Sassuolo (LEGGI QUI), con il rischio che l'affare potesse saltare in caso di mancata cessione di Giovinco: tuttavia le due trattattive non sarebbero necessariamente legate a filo diretto. Zaza può arrivare lo stesso alla Juventus, con Giovinco che rischia di finire definitivamente nel dimenticatoio fino a giugno.