3
Cagliari-Brescia 0-1

Joronen 7:
blocca il Cagliari chiudendo ogni spazio, respingendo ogni pericolo che gli si presenta davanti. Un vero muro.

Sabelli 6: riassapora la Serie A dopo averla assaggiata solo col Carpi. Inizia timido sulla destra, poi prende campo e chiude bene ogni spazio. 

Cistana 6,5: una sorpresa. Un esordio in Serie A da giocatore navigato con una sicurezza invidiabile.

Chancellor 6,5: difensore imponente, di testa sono tutte sue, sia in difesa, dove neutralizza Pavoletti, sia in attacco, dove crea scompiglio. Stesso copione anche con Cerri nella ripresa. 

Martella 6: idem come Sabelli, parte contratto, guadagna campo e fiducia e finisce per soffrire pochissimo anche durante l’assalto del Cagliari nella ripresa. 

Bisoli 6,5: un gol e un assist cancellati dal Var, ma una prestazione da giocatore vero, da Serie A. Quantità e qualità e l’impressione che potrà essere una delle sorprese di questo campionato. 

Tonali 7: finisce in sofferenza, ma fa girare il Brescia che è una meraviglia. Primo tempo da campioncino affermato, dimostra di saperci fare in entrambe le fasi. Giocate illuminanti e assist al bacio, ma anche chiusure prepotenti e duelli ruvidi. Giocatore completo.
Dessena 6,5: nessuna emozione per l’ex capitano del Cagliari che gioca una partita maschia, come suo solito, dando forse il 200%. Non si risparmia mai. 

Spalek 6: nel primo tempo ha l’occasione giusta per il gol del vantaggio, ma la sciupa. Fa una partita diligente, al servizio della squadra, senza grandi squilli, ma con grande intelligenza tattica. 

(34’ s.t. Gastaldello s.v.)

Ayè 6: buoni movimenti, qualche bella giocata, anche qualche errore, ma è giovane ed è all’esordio in Serie A, dunque sufficienza piena per lui.

Donnarumma 7: subito in gol alla prima, tanto per guadagnare fiducia dopo lo scettro dei bomber della Serie B. Poteva anche essere doppietta, ma il Var gli annulla il gol di testa nel primo tempo.

(dal 26’ s.t Zmrhal 6: dentro per difendere il risultato)


All.Corini 7: una vittoria preziosissima. Un Brescia che inizia timido, ma poi si prende il campo con personalità. Una squadra con gli attributi.