57
Gianluigi Buffon, portiere del Paris Saint-Germain, arrivato in estate dopo l'addio alla Juventus, rilascia un'intervista a Sky Sport in vista del debutto in Champions League col PSG dopo le tre giornate di squalifica in seguito al rosso in Real Madrid-Juve dello scorso anno: “Come le ho vissute? Le ho vissute nello spogliatoio, sia a Liverpool che le due qui al Parco dei Principi. Le ho guardate in differita in tv nello spogliatoio, perché alla fine soffro tanto, il non esser partecipe mi fa soffrire. Napoli? Gara delicata, contro un avversario di grandissimo livello, l’avvento di Carlo ha fatto sì che questa squadra prendesse anche un altro tipo di consapevolezza che prima non era certa di avere”.  

SUL BIDONE DELL'IMMONDIZIA - " “E’ uscito dalla mia fervida fantasia. Non sapevo cosa dire, avevo un diavolo per capello e mi è venuto fuori il Gigi di Carrara che è cresciuto”.


SULLE FAVORITE CHAMPIONS - "Due o tre favorite. Non puoi non mettere il Barcellona, perché ha il primo giocatore al mondo. Poi c'è la Juve: gli anni che abbiamo fatto noi hanno consolidato questo livello, in più è arrivato l'altro giocatore considerato il migliore".


SUL FUTURO - "Non voglio darmi scadenze, ma voglio giocare fino a quando sono competitivo. Fino a quando ho la fortuna di poter avere queste offerte di grandissimo livello io vado avanti. Per smettere c'è tempo". 

IL FUTURO - Come scrive LeParisien, Gianluigi Buffon vuole restare anche il prossimo anno a Parigi, dove vuole vincere la Champions League, e, insieme al club parigino, è intenzionato ad attivare l'opzione per il secondo anno di contratto.