Commenta per primo

Ci sono anni in cui tutto va storto e mettere in bacheca un trofeo diventa un'impresa fantascientifica. Ci sono stagioni invece in cui tutto gira dalla tua parte e vincere diventa quasi una normale amministrazione, quasi un favore fatto dal destino. La stagione 2010/11 della Bundesliga è quella del Borussia Dortmund: lo dimostra la forza della squadra, i risultati e gli 'aiuti' delle altre. Nonostante il pareggio nel derby della Ruhr contro lo Schalke 04 infatti, i gialloneri allungano in classifica visto che sia il Bayer che il Bayern, si chiamano fuori perdendo le rispettive partite contro Norimberga e Colonia. Come dire... 'prego Borussia, vinci il Meisterschale'.

A condannare le più accreditate inseguitrici dei battistrada (almeno fino a questo turno) sono stati Eigler del Norimberga e lo sloveno Novakovic, messo ai margini del Colonia dall'ex tecnico Soldo e ora sempre più uomo chiave per la salvezza del club tedesco. La sua doppietta manda al tappeto i prossimi euro avversari dell'Inter che scendono a meno 15 dal Dortmund capolista. Tra le più "immediate" inseguitrici vince solo l'Hannover, terzo in classifica in compagnia col Mainz, grazie al sigillo di Pinto contro il sempre più pericolante Wolfsburg che ha nell'ex bianconero Diego più una croce che una delizia. Il brasiliano, bravo a conquistarsi il rigore del pareggio, è estremamente preciso nel colpire la traversa dal dischetto.

Se lo Stoccarda rifiata dopo un primo tempo in apnea pura, andando a vincere in Remuntada sul campo del Moenchengladbach (dallo 0-2 al 3-2), Werder Brema e lo stesso Wolfsburg continuano a galleggiare appena sopra la linea di sopravvivenza con un solo punto di vantaggio sul Saint Pauli, che comunque ha una gara da recuperare.