Commenta per primo
Cagliari-Genoa 2-3

Cragno 6,5: non può nulla sui gol del Grifone. E' invece superlativo sui tentativi ravvicinati di Galabinov e sul colpo di testa a botta sicura di Rossettini.

(Dal 63' Rafael 6: ha qualche responsabilità sul terzo gol del Genoa, nel finale si supera su Galabinov).

Van der Wiel 4: esordio disastroso. Perde troppe volte la marcatura su Laxalt, sbaglia quasi sempre la diagonale difensiva e tiene in gioco Galabinov in occasione del raddoppio genoano. Rastelli lo lascia negli spogliatoi a fine primo tempo.

(Dal 46' Faragò 6: entra e regala l'assist a Pavoletti per il gol che riapre la gara. Garantisce più spinta e vivacità sull'out di destra rispetto all'olandese).

Romagna 6: prestazione importante del gioiellino dell'Under 21 che nonostante la sconfitta gioca con personalità e carisma.

Pisacane 5,5: ringhia e morde le caviglie di Galabinov, ma non basta per impedirgli di timbrare il tabellino dei marcatori.

Padoin 5,5: dalle sue parti il Genoa si vede di rado, ma è troppo timido in fase offensiva.

Barella 6: la reazione del Cagliari al doppio svantaggio passa soprattutto dalla sua grinta e dai suoi piedi. Condizionato dall'ammonizione rimediata a metà primo tempo. Ora i cartellini gialli iniziano ad essere troppi.

Cigarini 4,5: non è preciso come al solito, sbaglia tanti passaggi semplici e in fase difensiva non dà l'apporto richiesto.

Ionita 5,5: corre tanto, ma spesso a vuoto. Nella seconda frazione aumenta i giri del motore ma è poco efficace nella metà campo avversaria.

(Dal 76' Sau SV)

Joao Pedro 6: primo tempo da dimenticare, si accende nella ripresa creando scompiglio a ridosso dell'area genoana. Realizza il gol su rigore che riaccende le speranze nel finale di gara.

Farias 5,5: svaria per tutto il campo alla ricerca di palloni giocabili, ma non è la sua giornata di grazia.

Pavoletti 6,5: vita dura contro Rossettini, che stravince il duello personale. Nella ripresa trova la via della rete dopo quasi un anno di astinenza, siglando il classico gol dell'ex che riapre momentaneamente la gara.



All. Rastelli 5: il Cagliari parte in sordina, subendo tremendamente le ripartenze del Grifone che trova l'uno-due micidiale. Nel secondo tempo c'è stata la reazione chiesta a gran voce del pubblico, ma non è bastato per evitare la quarta sconfitta consecutiva. Adesso è vero allarme rosso.