2
Manca ormai un mese al via della nuova stagione di Serie B. Un campionato che quest'anno, tra le altre squadre, vedrà partecipare il Cagliari. Servirà quindi correre sul mercato perché la squadra dovrà trovare la giusta quadra già nelle prime partite di campionato. 

La serie cadetta non è mai una passeggiata e perdere troppi punti potrebbe essere fatale per la promozione diretta nella massima serie. Ed allora ecco sorgere spontanea la domanda. Quale sarà l'attacco del Cagliari ? Perché se pian piano gli altri reparti prendono forma, davanti sembra esserci un vero e proprio terno al lotto.
Partiamo dalle conferme. Pavoletti ha rinnovato il proprio contratto con il Cagliari (spalmandosi l'ingaggio che già percepiva) e sarà al centro del nuovo progetto. Ma con lui chi giocherà in attacco ? Joao Pedro non ha ancora trovato una nuova sistemazione e fino al giorno della sua cessione sarà lui il titolare insieme a Pavoloso. Il futuro del capitano oscilla tra Torino e la Turchia ma, nonostante tutto, al momento è ancora in Sardegna. Al 99% il suo futuro sarà lontano dall'isola ma, tutti questi dietrofront improvvisi, lasciano aperto uno spiraglio davvero clamoroso. Per questo motivo il presidente Giulini non ha ancora affondato il colpo per Gianluca Lapadula. Il suo acquisto è legato anche alle cessioni. Ma occhio però, perché ad aspettare troppo poi ci si rimette. Aspettare l’addio di Joao, legato solamente a problemi di commissioni, potrebbe rivelarsi fatale per l’arrivo dell’attaccante peruviano, considerato da tutti come l’arma vincente per risalire subito in Serie A.
Un altro capitolo che non si è ancora chiuso, forse a sorpresa, è quello di Gaston Pereiro. Il trequartista, mai esploso in Sardegna, ha dichiarato apertamente di voler risollevare il Cagliari. Una dichiarazione d'amore forse inaspettata ma che potrebbe cambiare molte tavole in carta. Gaston Pereiro in Serie B sarebbe davvero un'arma in più per il neo tecnico Liverani. 
Pavoletti, Joao Pedro, Pereiro e Lovumbo. Quattro punte in rosa (più qualche giovane) che forse, per un campionato lungo potrebbero essere poche. Contando l'addio di Joao, e quindi l'arrivo di un'altra punta (Lapadula)  potrebbe essere necessario dover intervenire ulteriormente. La perfezione sarebbe infatti poter permettersi di avere cinque punte in rose per riuscire a superare qualsiasi futuro ostacolo.