121
Il calcio - italiano e non - sta vivendo uno dei periodi più difficili in assoluto: la diffusione del Covid ha messo in ginocchio tutto il sistema, le grandi potenze hanno provato a giocarsi il jolly Superlega per rimettersi in piedi ma, al momento, la carta della nuova competizione non ha funzionato. Come una mano di poker nella quale non c'è nulla di buono da mettere sul tavolo. E allora, c'è chi prova a bluffare.

I PROTAGONISTI - In questi giorni sta scoppiando una clamorosa guerra tra procuratori. Al centro del contenzioso ci sono tre giocatori: Dejan Kulusevski, Gaetano Castrovilli e Gianluca Scamacca. L'attaccante del Genoa è appena passato alla World Soccer Agency, la scuderia dell'agente internazionale Alessandro Lucci che, tra gli altri, gestisce gli interessi di Bonucci, Florenzi, Perin e Muriel. Gli altri due, potrebbero farlo presto. Intanto l'ex (?) agente di Scamacca, Paolo Paloni (amministratore di Football Trade) annuncia battaglia in un comunicato ufficiale (LEGGI QUI)
LE ACCUSE - Cosa c'è dietro a questa scelta? Secondo l'accusa, sono discutibili le modalità con le quali i loro assistiti sono passati e stanno per passare con Lucci. Da mesi i tre calciatori avrebbero subito delle pressioni da alcuni loro compagni di squadra per cambiare procura; e c'è addirittura chi sostiene che siano coinvolti anche personaggi del calcio legati ad ambienti istituzionali. L'Assoagenti (AIACS, Associazione Italiana Agenti Calciatori e Società) valuterà se e come intervenire, e nei prossimi giorni potrebbe ascoltare gli agenti coinvolti. Sul campionato si sta per chiudere il sipario, ma all'orizzonte c'è una clamorosa guerra tra procuratori.