44

Andrà via, ma ritornerà. E' questo il futuro che spetta a Ishak Belfodil. L'algerino, arrivato ad inizio mercato nell'affare che ha portato Cassano alla corte di Donadoni, è stato visionato, testato e provato da Mazzarri, che alla fine ha deciso di dare priorità ad altri attaccanti. Nell'Inter 2013-2014 ci sarà poco spazio per il "nuovo Benzema" e, nonostante la stagione sia solo nella fase embrionale, difficilmente lo scenario subirà colpi di scena. Mazzarri non è uno che cambia idea facilmente e senza le coppe europee non ci sarà quel turnover che caratterizza le grandi squadre.

Belfodil con ogni probabilità passerà i primi sei mesi della sua avventura nerazzurra a scaldare la panchina e a guardare Palacio, Icardi e il recuperato Milito, che sono davanti a lui nelle gerarchie di Walter One. A gennaio, quando riaprirà il mercato, andrà via per giocare e lo farà solo in prestito. L'Inter ha investito su di lui e crede nelle sue qualità, ma ora non è pronta a dargli la maglia da titolare.