1

A Massimo Ferrero il mondo del calcio sembra piacere. Ieri è stato il giorno del suo battesimo in Lega Calcio, occasione per parlare di diritti televisivi e per cercare alleanze sul mercato. Nessuna follia verrà fatta, questo il diktat, ma il neo presidente cerca un grande colpo per presentarsi nella maniera migliore ai tifosi che dopo un iniziale shock sembrano aver preso in simpatia la nuova guida. Per cercare di trasformare i sogni in realtà in tema di calciomercato ci vogliono delle alleanze, per questo ieri Ferrero ha pranzato con i dirigenti della Juventus che vorrebbero piazzare Fabio Quagliarella. Sarebbe un grande ritorno, sarebbe straordinario interprete per il 4-3-3 che ha in mente Mihajlovic ma ha un ingaggio molto alto. Si tratterà ma c’è molta concorrenza e la Samp parte un po’ indietro.

Un alleato sicuro per il mercato blucerchiato sarà il Parma. Ferrero e Leonardi sono legati da una lunga amicizia, hanno trovato in poche ore l’intesa per Biabiany che per mesi era rimasta una chimera e poi tra i ducali gioca quell’Antonio Cassano che ha una gran voglia di tornare a Genova e che sarebbe salutato con un entusiasmo pazzesco dai tifosi. Anche in questo caso a frenare tutto è l’ingaggio da abbassare sia grazie alla voglia giocatore sia a qualche trattativa congiunta con gli emiliani interessati a Pedro Obiang.

Non toccherà a Ferrero, ma a Braida stringere i legami con il Milan e per lui non dovrebbe davvero essere un problema dopo la ventennale esperienza al fianco di Galliani. Da quelle parti il sogno è Matri, giocatore che da anni viene accostato alla Sampdoria. E’ il bomber che cerca Mihajlovic, è l’uomo da area di rigore che manca alla Samp da quando Pazzini ha lasciato Genova ma la sua valutazione rimane fuori portata. Il Milan ha messo gli occhi su Mustafi, Matri non basta come contropartita e soldi dai rossoneri non ne arriveranno. Galliani prova ad inserire Zapata ma per ora da Corte Lambruschini non sono arrivati segnali di partenza per la trattativa.