Commenta per primo

Alex Ferguson è stato un maestro e piuttosto che prendere un giorno il suo posto vorrebbe vederlo per sempre sulla panchina del Manchester United. Eric Cantona, intervistato da Sky Sport per "I Signori del Calcio", parla dei suoi Red Devils, di aver "imparato tante cose da Alex Ferguson. Mi ha dato un ruolo sul campo e fuori dal campo. Ha capito la mia personalità, il mio carattere. Lui non si occupa solo di tattica, va al di là, come Cruiff, per esempio. E' stato anche uno psicologo, eravamo una squadra con tante e forti personalità. Lui sapeva come gestirci, individualmente e come gruppo e, col passare del tempo, ha gestito tantissime generazioni, oggi lavora con ragazzi di 18 anni, lui ne ha quasi 70 ed è ancora come un amico per loro, li capisce come capiva calciatori di vent'anni fa. E' così intelligente, è un astuto psicologo. E' semplicemente un manager perfetto, tutti lo amano e tutti lo rispettano, e questo è un equilibrio molto difficile da raggiungere. Se mi piacerebbe prendere il suo posto un giorno? Forse un giorno mi chiederanno di allenare il Manchester United, o forse no. Forse dirò di sì, o forse no, ma non sogno di prendere il suo posto, sogno di vedere Ferguson per sempre sulla panchina dello United. Ha 70 anni, ma il calcio lo tiene ancora vivo. L'anno scorso hanno perso il campionato negli ultimi cinque minuti dell'ultima partita, ma io so che Ferguson nella gara successiva era gia' pronto a dare nuove motivazioni, nuova energia, nuova passione per vincere ancora".