Commenta per primo
Sono giorni frenetici per quanto concerne il futuro del Perugia (Lega Pro - Prima Divisione). Il patron Leonardo Covarelli fino a qualche giorno fa sembrava vicinissimo a cedere il club ad una cordata italo-araba, ma poi l'affare è saltato all'improvviso: alla base della fumata nera pare ci sia stata la scarsa precisione nell'esposizione del debito (otto milioni di euro in totale) da parte dello stesso Covarelli. Dunque tutto da rifare, e a questo punto non è scontato il cambio di proprietà. Nella giornata di oggi, alcuni emissari del Perugia sono stati avvistati a Napoli, negli studi di una grossa società finanziaria interessata a supportare Covarelli. Quest'ultimo resterebbe così presidente affittando un ramo d'azienda alla società partenopea, la quale garantirebbe l'esposizione totale del debito. Ma il tempo gioca a sfavore dell'attuale patron del Perugia: la finanziaria ha richiesto di attendere fino a martedì prossimo - giorno in cui le parti si rivedranno a Roma -, ma Covarelli ha bisogno di reperire 500mila euro entro lunedì, altrimenti scatteranno le procedure di fallimento.