305
Non ci voleva proprio. Sembra una maledizione, ma nel momento in cui la Juventus stava ritrovando grazie all’arrivo di Andrea Pirlo il suo antico aplomb di Vecchia Signora educata e rispettosa è arrivato il miserevole caso Suarez a intorbidire nuovamente le acque. Un motivo per chi ha in uggia la Juventus di scatenarsi in antichi “j’accuse” contro i poteri forti. Una faticaccia boia per i tifosi bianconeri di vecchia data per digerire un boccone avvelenato.

Probabilmente questo “giallo etico” finirà per sgonfiarsi al pari di tante altre vicende di malcostume all’italiana. Al di là della inammissibile figuraccia rimediata dai cinque rappresentanti del collegio universitario di Perugia, troppi sono i nodi da sciogliere con la trasparenza che il “caso” meriterebbe è difficile sarà dare un senso anche sotto il profilo investigativo agli equilibrismi di avvocatura dialettica dei protagonisti “indiretti” della vicenda (leggi dirigenti e avvocati bianconeri).

IL RUOLO DI AGNELLI E I PARAGONI CON IL PASSATO
LEGGI SU ILBIANCONERO.COM