37
Il mercato può attendere, almeno per Gaetano Castrovilli: nel suo futuro vede solo Viola. Il centrocampista classe '97 ha concesso una lunga intervista a The Athletic, nella quale ha respinto in maniera secca i rumors sull'interessamento dell'Inter: "Le voci sui nerazzurri? Mi concentro solo sul fare bene con la Fiorentina".

VIOLA - Castrovilli analizza poi più a fondo il proprio rapporto con la Viola: "Già essere convocato per il ritiro estivo e potermi allenare con i migliori giocatori per me era un sogno. Poi tra Moena e la tournée negli Stati Uniti tutto è cambiato ed è successo qualcosa di inaspettato. Montella ha avuto il coraggio di lanciarmi, e fino allo stop è stata una stagione da sogno. Riesco a fatica a descrivere la sensazione di passare dalla B alla A fino alla Nazionale. Ho fatto fatica a trattenere le lacrime. Ma comunque devo ancora lavorare per migliorare".

GLI IDOLI - Il centrocampista parla poi dei propri modelli di riferimento: "Il mio idolo da bambino era Ronaldinho. Oggi mi piace molto Kevin De Bruyne e provo a studiarlo. Mi piacciono anche Modric, Isco, Kroos e Arthur".
DANZA - Curioso aneddoto legato alla danza: "Durante la quarantena mi sono divertito ballando. Potrei anche iscrivermi di nuovo alla scuola di danza. Penso abbia influito positivamente sul mio modo di dribblare. L’allenamento è ovviamente fondamentale ma alcuni movimenti sono innati e probabilmente li ho imparati da bambino".

NOSTALGIA - Infine Castrovilli ricorda con affetto la sua terra, la Puglia: "Mi mancano soprattutto le orecchiette alle cime di rapa e le bombette di carne. In Puglia ci sono bellissime: dal mare incredibile ai parchi, a personaggi famosi e di successo come cantanti, ballerini e calciatori". 

ANTOGNONI LO INCORONA - Castrovilli ha ricevuto l'investitura di Giancarlo Antognoni: "Ti ho visto crescere nella squadra viola, dove ho passato praticamente tutta la mia carriera. Ti auguro di poter ripercorrere quello che ho fatto io con la maglia numero 10. Ti auguro di fare una brillantissima carriera, perché hai tutte le qualità per poterci riuscire".