Commenta per primo
Come è ormai noto,  Sepp Blatter, appena rieletto presidente della Fifa, ha annunciato in conferenza stampa le sue dimissioni, dichiarando al contempo di aver indetto un nuovo consiglio elettivo della Fifa, nel quale non si presenterà come candidato. L'annuncio della fine di un'era. Il nuovo consiglio elettivo si terrà fra il dicembre di quest'anno e il marzo del 2016. 
 
Calciomercato.com ha posto all'avv. e procuratore sportivo Jean-Christophe Cataliotti, esperto di diritto calcistico e titolare dei corsi per aspiranti osservatori e procuratori sportivi (per info si rimanda al sito www.footballworkshop.it), alcune domande sulle norme regolanti l'elezione del prossimo Presidente della FIFA.
 
Cataliotti, a seguito delle dimissioni di Blatter cosa accadrà?
Blatter continuerà a svolgere le sue funzioni fino a quando non sarà rieletto il nuovo Presidente. Così, infatti, ha affermato il Presidente dimissionario: "...Tra dicembre e marzo la Fifa eleggerà un nuovo presidente. Benché avessi il mandato dalla FIFA non sentivo l'appoggio da parte del mondo calcistico. Per questo ho deciso di rimettere il mio mandato al congresso straordinario elettivo. Continuerò ad esercitare le mie funzioni fino a nuove elezioni".
 
Chi potrà eleggere il nuovo Presidente?
Secondo quanto stabilito dallo Statuto della FIFA, soltanto le Federazioni affiliate alla FIFA possono proporre dei candidati alla carica di Presidente della FIFA. Le stesse affiliate sono tenute a comunicare per iscritto alla segreteria generale della FIFA il nominativo del candidato alla Presidenza della FIFA almeno due mesi prima della data del Congresso. Quindi, al massimo verso ottobre dovranno essere rivelati i nomi dei candidati alla nuova Presidenza!
Indicati i nomi dei candidati, la segreteria generale della FIFA sarà tenuta ad informare le affiliate in merito ai nominativi dei candidati proposti almeno un mese prima della data del Congresso.
 
Come avvengono le elezioni del Presidente?
Lo Statuto della FIFA detta precise regole per procedere all'elezione.
Per prima cosa, le elezioni si svolgono a scrutinio segreto.
Per eleggere il Presidente sono necessari due terzi dei voti registrati e validi nel primo scrutinio. Nel secondo ed eventuali ulteriori scrutini che si rendessero necessari, è sufficiente raggiungere la maggioranza assoluta dei voti registrati. Nel caso in cui vi fossero più di due candidati - il che potrebbe realmente accadere vista l'importanza di queste nuove elezioni - il candidato che ottiene il numero minore di voti viene eliminato a partire dal secondo scrutinio, fino a quando rimarranno soltanto due candidati.
 
Eletto il nuovo Presidente, quali i suoi compiti?
Il Presidente rappresenta la FIFA sotto il profilo legale, e principalmente ha la responsabilità di.
a) attuare le delibere approvate dal Congresso e dal Comitato Esecutivo per mezzo della segreteria generale; 
b) sovrintendere l'operato della segreteria generale;
c) mantenere i rapporti tra la FIFA e le Confederazioni, le sue affiliate, gli organi politici e altre organizzazioni internazionali.