Commenta per primo

Nuova vittoria in rimonta per il Catania, che supera 2-1 il Genoa e torna ad imporre la legge del 'Massimino'. I rossazzurri si presentano in campo con il duo d'attacco tutto argentino composto da Maxi Lopez e Bergessio, mentre tra i liguri Floro Flores ha ancora la meglio su Paloschi. La gara vede partire i padroni di casa con il piglio giusto, ma ben presto gli etnei si sgretolano, lasciando spazio agli ospiti. Il Genoa, infatti, passa in vantaggio al 19' con Floro Flores, bravo a raccogliere una corta respinta di Andùjar su tiro dalla distanza di Kucka. I rossazzurri vanno in bambola e rischiano più volte di subire il raddoppio, ma si salvano anche grazie alla traversa che al 35' respinge un tiro di Rossi, fermato poi anche dal portiere etneo sulla ribattuta. Il Genoa torna così negli spogliatoi in vantaggio di una rete, ma ad inizio ripresa la musica cambia. Simeone mette dentro Schelotto e Ricchiuti al posto degli inguardabili Potenza e Ledesma e gli effetti sono immediati. Il Catania, infatti, perviene al pareggio al 50' con Maxi Lopez, che approfitta di una corta respinta di Eduardo e insacca il pallone alle spalle del portiere genoano. Passano cinque minuti e Bergessio segna il suo primo goal in rossazzurro siglando la rete del 2-1, sfruttando anche una piccola deviazione di un difensore avversario. A quel punto il Genoa perde la calma e subisce ben tre espulsioni, con Giannoccaro che caccia prima Criscito per fallo da ultimo uomo e poi Floro Flores, appena sostituito, seguito a ruota dal suo tecnico Ballardini. Malgrado tutto i rossoblù riescono a ritrovarsi, ma non sfruttano la chance concessa dal direttore di gara al 75', quando espelle Augustyn per fallo da ultimo uomo e concede al Genoa il rigore. Dal dischetto va Veloso, che si fa ipnotizzare da Andùjar bravo ad intuire l'angolo giusto e a salvare il risultato, dando il successo ai suoi e fissando il risultato sul definitivo 2-1 per il Catania.

CATANIA

L'attaccante rossazzurro, Maxi Lopez: 'Quella di oggi era una partita importantissima, da vincere ad ogni costo. Credo che la svolta sia arrivata anche con l'ingresso di Ricchiuti, quando prende palla lui succede sempre qualcosa di buono per noi. Il nostro obiettivo è la salvezza e dovremo continuare a mantenere la concentrazione per raggiungerla prima possibile. Il successo di oggi ci permette di respirare un po', ma a Firenze andremo per giocarcela ancora una volta, senza fare sconti a Mihajlovic, del quale però ho un ricordo fantastico anche se ho giocato con lui solo per pochi mesi'.

GENOA

I giocatori rossoblù non hanno voluto rilasciare dichiarazioni.