Commenta per primo

Il Catania non ha alcuna alternativa: deve battere il Cagliari per portarsi a 40 punti ed ipotecare, una volta per tutte, la salvezza. Il Catania non puo' sbagliare. A quattro giornate dalla conclusione del campionato, i rossoazzurri hanno l'occasione per compiere un passo probabilmente decisivo verso la propria tranquillita'. Nel momento piu' delicato della stagione, la squadra di Simeone punta sulle proprie certezze: il fattore campo (31 dei 37 punti all'attivo sono stati conquistati nel Massimino) e Maxi Lopez, miglior realizzatore stagionale (8 reti), nonche' uomo-copertina del gruppo. ''La sfida contro il Cagliari - sottolinea il centravanti argentino - mette in palio tre punti importantissimi. Sappiamo di non poter fallire. Bisognera' spuntarla ad ogni costo, cosi' da portarci a quota 40 ed allontanarci dalla zona a rischio''. ''La squadra di Donadoni - continua Lopez - gioca bene e, nel girone d'andata, ci ha battuti per 3-0, ma per noi questa partita e' troppo importante. Dovremo attaccarli dal primo minuto''. ''La differenza di motivazioni tra le due squadre - prosegue il bomber del Catania - potrebbe fare la differenza. Noi non abbiamo scelta, siamo obbligati a vincere. Il Cagliari, invece, non ha problemi di classifica. Ci servira' la spinta del nostro pubblico. I tifosi sono in grado di darci quella marcia in piu' che puo' spingerci verso il risultato pieno. Il mio futuro? Non ci penso. Voglio solo raggiungere la salvezza con il Catania e segnare almeno un altro paio di reti, in modo da raggiungere la doppia cifra come lo scorso anno''. Sono 21 i convocati per la sfida contro il Cagliari. Restano a casa solo gli infortunati Llama, Bellusci, Martinho e Sciacca. Simeone conferma per 10/11 la formazione schierata in avvio a Torino contro la Juventus. La novita' e' il rientro di Bergessio dal primo minuto al posto di Izco