Commenta per primo

Antonino Pulvirenti, presidente del Catania, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni:

"Conoscendo la storia recente del Napoli, non mi aspetto affatto una squadra distratta dall'impegno in Champions League contro il Bayern Monaco. Anzi, saranno molto concentrati sulla sfida di Catania. Conoscendo poi il carattere  di Mazzarri, sono certo che stanno preparando con la massima concentrazione la partita di domani. Montella? Ha inciso moltissimo nella crescita della squadra, le percentuali di merito del nostro mister sono alte. Ha fatto del suo, c'è la sua mano nella squadra e si vede, ha in mano il gruppo e lo gestisce alla grande, sa cosa modificare o cosa apportare, i ragazzi lo ascoltano molto. Ne è testimonianza il fatto che nei secondi tempi abbiamo rimontato partite molto delicate. Sta lavorando bene, ha preso in mano la situazione e la gestisce con grande capacità. Maxi Lopez al Napoli? Lo scorso anno c'è stato un interessamento da parte del club azzurro. Sì, mi è stato chiesto, ma forse non c'era la volontà vera e propria di portare a termine la trattativa. C'è stato un pour parler, così come accade per tanti calciatori. Mazzarri? Ero certo che avrebbe fatto bene in carriera. Si intuiva da subito, era un predestinato al grande calcio e sono convinto che otterrà ancora grandissimi risultati perché parliamo di un allenatore e di un uomo capace. Questo connubio lo porterà a grandi successi, ne sono convinto. Il Napoli? Lo temiamo, ancor più di quanto temevamo l'Inter alla vigilia. Gli azzurri sono motivati, in campo danno sempre tutto e non si risparmiano mai grazie alle capacità dell'allenatore. Ma sono certo che il Catania farà una grandissima partita: non firmo per un pareggio col Napoli, siamo convinti di poter vincere la  gara e domani cercheremo di farlo".