Calciomercato.com

  • AFP via Getty Images
    Ceferin: "Proteggiamo i club dai fondi che controllano più società. Le mani dei governi sul calcio, è un problema"

    Ceferin: "Proteggiamo i club dai fondi che controllano più società. Le mani dei governi sul calcio, è un problema"

    • Redazione CM
    Il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, ha parlato all'agenzia tedesca DPA in vista dell'Europeo che sta per partire in Germania e che sarà l'ultimo che gestirà da presidente della Federcalcio Europea.

    FUTURO - "Se c’è una cosa che ho imparato in questi miei 56 anni e mezzo: non parlare mai troppo del futuro! La vita è meravigliosa e ti offre molte cose interessanti. Tutto è possibile. Qualunque cosa! Ma ora la mia attenzione è rivolta agli Europei".

    LE MANI DEI GOVERNI SUL CALCIO - "Non voglio commentare le singole decisioni dei tribunali. Ma è davvero un problema il fatto che sempre più governi in Europa vogliano intervenire nello sport. E queste decisioni gli si ritorceranno contro. Il calcio è così forte grazie al nostro sistema".

    VALORE DELLO SPORT - "Si può salire dalla quarta alla terza fino alla prima lega e poi qualificarsi a tutte le competizioni europee. Se questo è solo per le élite, allora il calcio non c’è più. Ed è per questo che dico: il sistema sportivo funziona da 100 anni".

    LA FRECCIATA - "Organizzare sport è diverso dal vendere Pepsi-Cola o Coca-Cola. Tutti dicono sempre: hai così tanti soldi. Ma ridistribuiamo il 97% delle nostre entrate nel calcio. Lo sport promuove la salute e insegna i valori ai bambini. Dovrebbe quindi essere trattato separatamente. E come avvocato penso che il diritto sportivo e il diritto europeo siano compatibili".

    LASCINO STARE LO SPORT - "L’Europa non è in una situazione fantastica in questo momento. I governi europei hanno così tanti problemi da affrontare che non dovrebbero governare anche lo sport. Spero che i politici abbiano imparato da questo. Noi non interferiremo mai nelle questioni politiche e chiederemo umilmente ai politici di non farlo nemmeno quando si tratta di sport". 

    SEMPRE PIU' GIOVANI GIOCANO - "Continuo a sentire che la generazione più giovane a quanto pare non segue più molto il calcio. Ma sempre più giovani giocano e guardano il calcio. E disponiamo anche di dati che suggeriscono che i tempi in cui i bambini presumibilmente passano solo il tempo al computer e non praticano sport stanno lentamente cambiando. Nel mio paese natale, la Slovenia, oltre il 70% di tutti i giovani atleti iscritti gioca a calcio. Più persone hanno guardato la finale degli Europei 2021 tra Inghilterra e Italia negli Stati Uniti rispetto alle finali NBA. Quindi non sono preoccupato per il calcio".

    OCCHIO AI FONDI - "La sfida più grande è proteggere i club dall’acquisizione da parte di gruppi o hedge fund che non hanno una struttura proprietaria trasparente. Inoltre, la proprietà di più club rende più difficile far rispettare il Fair Play Finanziario"

    INVESTIMENTI - "E dobbiamo ancora trovare una soluzione definitiva a questo. Poiché l’interesse per gli investimenti nel calcio continua a crescere e questi investimenti sono essenziali per la crescita di questo sport, la domanda è: come possiamo essere abbastanza intelligenti da consentire questi investimenti in linea di principio? Ma fare attenzione che non danneggi lo sport? Gli investitori devono rispettare le regole, ma la questione è complessa. Non abbiamo l’autorità delle forze dell’ordine. Possiamo chiedere documenti ai club, ma non possiamo sequestrare i loro computer per indagare sulle loro attività".

    Commenti

    (30)

    Scrivi il tuo commento

    Spiritolibero967
    Spiritolibero967

    Si il calcio vuole essere autonomo ma se ci sono cose che non gli piacciono si rivolgono al Tar,...

    • 4
    • 1

    Altre Notizie