Commenta per primo

L'Udinese passeggia per 3-0 sul Cesena al Manuzzi e si candida seriamente per un posto nella prossima Champions League. Sostanziale equilibrio in avvio, con il Cesena che esce fuori alla distanza creandosi due buone occasioni con Bogdani e con Rosina intorno alla mezz'ora. Al 33' l'Udinese rischia di andare sotto, ma Domizzi salva proprio sull'attaccante albanese. Il Cesena attacca ma a passare sono gli ospiti al 41' con Di Natale, che su calcio di punzione dal limite nato da un'ingenuità di Colucci beffa Antonioli sul palo di competenza; il portiere bianconero si riscatta due minuti dopo ancora su Di Natale che in diagonale sfiora il raddoppio. Ripresa che ripropone quanto visto nei primi 45', con i padroni di casa a spingere e l'Udinese a ripartire; l'unico vero e proprio acuto lo fornisce Ficcadenti, che sostituendo Rosina per Budan avvia una mini contestazione da parte della curva cesenate. A far tornare a parlare di calcio ci pensano gli ospiti che raddoppiano con Inler al 69': Ceccarelli perde palla sulla pressione di Armero, il pallone viene girato al limite dove lo svizzero fulmina Antonioli col sinistro. Con il Cesena costretto a spingere si aprono praterie per l'Udinese, che dopo 5' trova il 3-0 ancora a firma Di Natale, che ribadisce in rete un tentativo di Isla. Udinese che offre ancora una volta spettacolo, e ora Guidolin dovrà essere bravo a gestire il peso di una zona Champions League che i friulani stanno assolutamente meritando. In casa Cesena, al contrario, pare a questo punto imminente un ragionevole cambio di panchina: con le sole trame di gioco a centrocampo e nessun gol, infatti, la salvezza non può essere raggiunta.

CESENA

In una giornata così difficile tocca a Giuseppe Colucci fare da scudo ai compagni: 'Non era questa la partita che volevamo giocare oggi. Perdere con questa Udinese ci può stare, ma oggi dovevamo fare molto di più. Ce l'abbiamo messa tutta, ma evidentemente non è bastato; posso solo dire che siamo tutti molto dispiaciuti'.

UDINESE

Non si ferma più Antonio Di Natale, applaudito anche dal pubblico di casa: 'Il risultato è largo, ma il Cesena ci ha messo spesso in difficoltà, specie nel primo tempo. La punizione? L'ho tirata bene ed è stata importante proprio perché stavamo un po' soffrendo in quel momento. L'applauso di tutto lo stadio è stato qualcosa di bello, ringrazio il pubblico e auguro al Cesena di salvarsi; noi adesso vediamo quanti punti riusciamo a mettere insieme, poi guarderemo la classifica'.