Commenta per primo

Le azioni della Roma balzano verso l'alto in borsa, mentre si rincorrono le voci sulle trattative per la cessione della società calcistica per la quale avrebbero manifestato interesse almeno 20 soggetti nell'ambito della procedura curata dall'advisor Rothschild. Dopo la corsa di giovedì (+5%), in Piazza Affari proseguono gli acquisti sull'A.S. Roma: il titolo cresce del 4,2% a 1,11 euro, rivedendo così i massimi di giugno 2009.

Molti forti gli scambi: venerdì mattina, in un'ora e mezza di contrattazioni sono passate di mano quasi un milione e mezzo di azioni, contro una media quotidiana dell'ultimo mese di Borsa di 465 mila «pezzi». Secondo nuove indiscrezioni tra i pretendenti all'As Roma ci sarebbero una società riconducibile al fondo sovrano libico, Lia (azionista di UniCredit), il petroliere albanese Rezart Taci e il patron del Genoa, Enrico Preziosi.

Sarà ridotta a due o tre nomi principali la «rosa» dei candidati all'acquisto dopo che, mercoledì mattina a Milano, i dirigenti di Unicredit e della banca d’affari Rothschild, advisor per la cessione della società giallorossa, si sono incontrati e hanno fatto un primo punto della situazione. La prossima settimana la procedura entrerà nel vivo, con l’invio a tutti i soggetti interessati dell’«info memorandum» completo sulla Roma.

Rumours dall’interno dicono che Unicredit preferirebbe un compratore straniero (fondi Usa vicini a grandi società di entertainment) ma che le piste più battute portano a nomi italiani ben visti anche dalla politica. Tra i nomi il fondo Clessidra al fianco di Francesco Angelini, il fondo di Abu Dhabi Aabar, l'imprenditore egiziano Sawiris patron di Wind e l’imprenditore Angelucci.

Nel frattempo si costituirà la Newco Roma, nuova società controllante del club, con il 51% in mano ai Sensi e il 49% a Unicredit, ma con un cda «blindato», nel quale entrerà un nuovo membro voluto da Unicredit. La vendita della Roma, nelle intenzioni dell’istituto bancario, dovrebbe realizzarsi entro l’autunno. Molti, però, sono i punti da chiarire. Non ultimi i contratti che la As. Roma continua a rinnovare e prolungare.