284
Una sfida da pazzi, una vittoria gettata al vento. La Roma non va oltre il 4-4 contro il Bayer Leverkusen, in un match che prima ha rischiato di perdere, poi aveva praticamente vinto, infine ha pareggiato, con tanto di amaro in bocca. Alla BayArena succede di tutti: i primi 20 minuti sono da incubo per i giallorossi, in versione molto simile a quella disastrosa di Borisov, con il Chicharito Hernandez che segna una doppietta in 15'. Con il passare dei minuti si svegliano gli uomini di Garcia, trascinati da De Rossi, che trova due gol in 8', salendo a quota tre reti in quattro giorni.

Parità, palla al centro. E nel secondo tempo è tutta un'altra partita. Pjanic, su punizione, porta avanti la Roma, Iago Falqué cala il poker chiudendo una grande azione di Gerviho, ma nel finale il Bayer centra l'impresa, favorito da una Roma Mr Hyde. All'84' Kampl si inventa il 3-4, due minuti più tardi Mehmedi spinge in porta un assist di Wendell. Finisce 4-4, la Roma è ultima nel girone, con 2 punti