270
Esordio da incubo per l'Atalanta, che a Zagabria cade 4-0 contro un'ottima Dinamo, tanto vivace tecnicamente quanto crudele nel punire ogni pecca orobica. Il vantaggio croato arriva già al 10', quando la difesa sbaglia i tempi del fuorigioco e si perde Leovac, bravo a sfruttare un assist rasoterra di Stojanovic. La Dea fatica a reagire, Zapata è troppo solo là davanti, e i padroni di casa - spinti dall'entusiasmo del Maksimir - raddoppiano. Al 31' Ilicic si perde Leovac, che questa volta si trasforma da assist-man e serve Orsic, che dal limite dell'area trova l'angolino alla sinistra di Gollin. Gli ospiti accusano il colpo, la Dinamo ne approfitta: lancio lungo per Ademi, che colpisce di testa e trova ancora Orsic, perso da Masiello. Colpo di testa, 3-0 a Gollini battuto e incubo sempre più grande per la Dea. 

INCUBO - Al riposo, Gasperini inserisce Pasalic e Malinovskyi, ma la musica non cambia. La Dinamo fa la partita, l'Atalanta fatica a rendersi pericolosa e al 68' arriva il poker. La firma è ancora quella di Orsic, che stoppa di sinistro e di destro buca Gollini. Le uniche occasioni orobiche sono a firma di Zapata, con una girata in area di rigore (parata benissimo da Livakovic) e un esterno destro a tu per tu con il portiere croato, che termina però fuori all'83'. Nel prossimo turno, l'1 ottobre, l'Atalanta ospiterà lo Shakhtar a San Siro: un'occasione per dimenticare l'incubo di Zagabria e provare a fare la voce grossa (anche) in Champions League. 


LE FORMAZIONI UFFICIALI

Dinamo Zagabria: Livakovic; Stojanovic, Théophile-Catherine, Peric, Leovac; Moro, Dilaver, Ademi; Olmo, Petkovic, Orsic.

Atalanta: Gollini; Masiello, Toloi, Djimsiti; Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata.​

STATISTICHE E PRECEDENTI - Non è la prima volta che Dinamo Zagabria e Atalanta si sfidano: le due squadre si sono affrontate al primo turno della Coppa UEFA 1990/1991. Gasperini, dalla sua, può sorridere: i croati hanno perso tutte le ultime 11 partite giocate nella fase a gironi. I precedenti, invece, raccontano di due soli pareggi, senza alcuna vittoria tra le parti. Per la Dea si tratta della 30° partita ufficiale in campo europeo. 

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI GIANCARLO PADOVAN PER 100ESIMO MINUTO.