1
Anche il capitano dell’Atalanta Papu Gomez parla dell’emozione calcistica dell’esordio: “Per l’Atalanta e gli altri giocatori raggiungerlo era qualcosa di straordinario, cercheremo di fare lo stesso con il nostro gioco e la nostra ideologia calcistica in Europa. Parlavo anche con mia moglie, è un po’ un destino perchùè per diverse situazioni non avevo potuto giocare la Champions, l’Atalanta mi ha preso, ci sono arrivato e adesso torno nello stadio dove avrei dovuto giocarla un tempo, sarò molto emozionato”.
 
DALLA B ALLA CHAMPIONS- “Parlando con i miei compagni, soprattutto i nuovi che non hanno vissuto la lotta per la salvezza, l’arrivo del mister ha cambiato la mentalità. La società già lavorava bene, era un club modello, ma la mentalità è cambiata, c’è stata una crescita incredibile e ora non vogliamo fermarci qui”.
 
IL CLIMA E L’ATTESA- “La gente ci farà sentire a casa, non c’è molta differenza nel clima di attesa che ha anticipato la gara contro l’Everton, era forte allora la squadra inglese, come lo è oggi la croata”.
 
POSIZIONE IN CAMPO-Ormai se il mister mi cambia sempre posizione significa che riesco a farle e bene, ho sempre cercato di aiutare la squadra, le ultime tre di campionato mi sono adattato alle avversarie, la Dinamo però gioca in modo diverso e quindi forse cambierò qualcosa, ma non mi gira la testa, mi piace cambiare e giocare titolare”.
 
MANCHESTER-Il Manchester è un livello superiore alle altre squadre del girone, ma sono curioso di vedere come reagirà la squadra contro il Manchester”.