Commenta per primo

La famiglia di Stefano Borgonovo, quest'ultimo scomparso lo scorso fine giugno in seguito ad una lunga malattia, ha organizzato ieri  pomeriggio presso la Basilica di Santa Maria Novella a Firenze, una messa celebrativa per ricordare l'ex attaccante anche di Milan e Fiorentina. 'Noi abbiamo voluto per chi volesse di Firenze, rendere omaggio a Stefano, fare una messa a suffraggio e farla qui a Firenze, perchè la cerimonia dopo la sua scomparsa si era svolta a Giussano, che non è dietro l'angolo, e si era tenuta di giorno lavorativo, e quindi molte persone che volevano venire, non avevano potuto farlo – ha dichiarato prima di partecipare alla funzione la moglie per tanti anni di Stefano Borgonovo, ChantalSembro ripetitiva, quasi noiosa, ma c'era un legame speciale fra mio marito e la città di Firenze. La cosa che ha colpito dopo la scomparsa di Stefano è che lui era diventato, soprattutto per la comunità dei malati, non solo un esempio ma una persona invincibile, che lasciava pensare agli altri: 'Se ce la fa lui, ce la faro' anch'io'. Effettivamente la sua scomparsa ha colpito in particolare i malati perchè hanno perso un punto di riferimento, pur avendone tanti altri'. Alla cerimonia funebre sta partecipando nella basilica di Santa Maria Novella anche il patron gigliato Andrea Della Valle. 'Andrea Della Valle lo sento, non spesso, ma in questi anni siamo rimasti in contatto, mi ha sempre dato la sua disponibilità ed è sempre stato gentilissimo – ha aggiunto Chantal Borgonovo – Non mi stupisce la sua presenza stasera perchè il rapporto fra noi ed il patron viola c'è sempre stato. Il mondo del calcio, in quanto i calciatori, i colleghi di Stefano, le massime autorità ci sono sempre state vicino. Devo solo ringraziare il mondo del calcio che ci è sempre stato vicino e continua a farlo ancora ora, che la fondazione che ha il nome di mio marito continua ad esistere'.