190
Mesi e mesi di lavoro oscuro. Dietro le quinte: fari spenti, telefoni sempre accesi. Addirittura quello di Marco Andreolli, difensore di proprietà dell’Inter in prestito al Siviglia, infortunato a inizio stagione ma molto amico dell’uomo del momento. Lui, Ever Banega, il grande colpo nerazzurro per l’anno che verrà: “Marco, com’è Banega?”, Piero Ausilio ha sondato anche Andreolli pur di chiedere informazioni. Con l’obiettivo di sapere tutto, trovare terreno fertile dove infilarsi per quel contratto a scadenza dell’argentino che intrigava mezza Europa. Le relazioni? Tutte positive. Da quelle dei compagni a quelle sul campo, chiaramente. Perché così Ausilio si è innamorato del Tanguito, cuore pulsante del Siviglia e adesso pronto a fare le valigie per Milano.

TUTTI I RETROSCENA – L’operazione che vi abbiamo anticipato in pieno gennaio è stata costruita proprio in inverno con un grande protagonista: Javier Zanetti. Proprio il vicepresidente dell’Inter, da quando ha mansioni che gli consentono di incidere anche sull’aria sportiva, ha aiutato Ausilio nell’affare Banega: suo amico dai tempi dellaSeleccion Argentina in cui Ever è stato protagonista sin da giovane, l’ex capitano ha giocato un ruolo fondamentale convincendo Banega a firmare per l’Inter a prescindere dall’accesso alla Champions. E allora accordo totale trovato a fine gennaio, visite mediche in gran segreto a Milano e firme sui pre-contratti poi formalizzati. Nonostante la resistenza del Siviglia, mille smentite e mille versioni diverse dal ds Monchi che nulla ha potuto contro la volontà di Banega: era già tutto fatto, ve lo abbiamo confermato. Perché il ragazzo pagherà insieme all’Inter una minima penale da meno di 1 milione di euro e così sarà libero di diventare nerazzurro già nei prossimi giorni.
MANCINI LO ASPETTA – E’ stata dura per tutti trattenersi nell’annuncio per rispetto del Siviglia: da Ausilio stesso fino al presidente Thohir, senza dimenticare Roberto Mancini. Lui lo ha assolutamente approvato come pedina ideale della sua Inter futura, a parametro zero lo ritiene un colpo fantastico, più volte ha chiamato il ragazzo per apprezzarne l’impegno e la voglia di questa nuova avventura. Perché Banega doveva rimanere un acquisto top secret fino a marzo/aprile, questo il piano visti i tempi regolari ma rapidissimi in cui Ever ha deciso di volare addirittura a Milano pur di legarsi all’Inter. Tutto velocizzato proprio a causa della fuga di notizie: Ausilio aveva in pugno l’affare ma non ha voluto rischiare inserimenti pericolosi all’ultima curva, specialmente dall’Inghilterra. E così ha velocizzato definendo gli ultimi dettagli, triennale a 3 milioni con bonus e altro che smentite da Siviglia. Il top secret è svanito; e il Mancio pochi giorni fa ha confessato tutto, annunciando un grande colpo che vi abbiamo raccontato tappa dopo tappa. Fino alla finale di Europa League: tutti in piedi per Banega, sublime centrocampista del Siviglia dei miracoli. Per l’ultima volta. Perché da oggi, sarà Inter. Ricordate quel lavoro oscuro? Luce fu, con Banega.