3
Può una squadra di calcio che unisce due paesi da 18mila e 5mila abitanti della Val Seriana bergamasca, Albino e Leffe, giunta per la prima volta in Serie B solo 17 anni fa, rischiare di essere promossa nella massima serie italiana al cospetto di club come Milan, Inter e Juventus? Sì, se il club si chiama Albinoleffe e il presidente Gianfranco Andreoletti, imprenditore dedito ai luoghi di nascita, investe per il settore giovanile, il campo di allenamento e lo stadio buona parte delle proprie fortune.

IL COMPIANTO MONDONICO E L'IMPRESA DEL 2007/2008 - Un club virtuoso, che ora naviga a metà classifica in Serie C1 con velleità di promozione, ma che in passato ha meravigliato l'Italia per la propria capacità di crescere giovani prospetti, formarli e lanciarli nel grande calcio. Nel 2007-2008, dopo aver raggiunto la B grazie all'importante lavoro del compianto Emiliano Mondonico, la squadra della Val Seriana disputò un campionato da protagonista, corredato da bel gioco, alta classifica e una promozione sfiorata, un'impresa epica svanita solo all'ultimo

RECORD STORICO, PLAYOFF CON I GIOVANI MARCHETTI E PELUSO - 78 punti, record nella storia della società, prima della sconfitta nella finale play off contro il Lecce: una squadra partita con l'obiettivo di salvarsi, composta da tanti giovani tra cui il portiere Federico Marchetti e il difensore Federico Peluso, qualche veterano come il capitano Ivan Dal Prato e il difensore Ruben Garlini e un paio di nuovi acquisti come il terzino Perico e l'attaccante Ruopolo.

IL QUARTO POSTO DIETRO LE CORAZZATE E L'ARRIVO DI MADONNA -  Un mix affidato all'esperto e bravo tecnico locale Elio Gustinetti, che centra 6 vittorie nelle prime 7 partite, non resta mai fuori dalla zona play off per tutta la stagione e trova persino la vetta solitaria della B: trascinato dai gol di bomber Cellini e dalle parate di Marchetti, l'Albinoleffe arriva al quarto posto, dietro alle corazzate Bologna, Chievo e Lecce, con un finale di stagione negativo che porta all'esonero di Gustinetti e all'arrivo di Armando Madonna, allenatore della Primavera dei seriani e oggi di quella dell'Inter, 

'UN SOGNO SERIO': L'ELIMINAZIONE DEL BRESCIA, IL PIANTO LECCE - I playoff sono un'altra favola, seppur senza lieto fine. Grazie anche alle intuizioni del ds Aladino Valoti,  l'Albinoleffe all'Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo ribalta il Brescia di Serse Cosmi e Andrea Caracciolo, vincendo 2-0 grazie alle reti di Carobbio e Peluso e alle parate incredibili di Marchetti su De Zerbi. E' il Lecce di Papadopulo a interrompere il sogno, anche se il gol di Ruopolo al Via del Mare lascia tutto in bilico fino alla fine: lacrime per i dieci tifosi giunti dalla Lombardia, ma un'impresa epica che il regista milanese Andrea Pellizzer ha celebrato con un documentario dal titolo “Un sogno serio”.

Ma vediamo che fine hanno fatto i protagonisti di questa storia:


PORTIERI:

Achille COSER: prosciolto dal calcio scommesse, è attualmente svincolato.

Federico MARCHETTI: gioca al Genoa, in Serie A.


DIFENSORI: 

Kewullay CONTEH: gioca nel Bagnatica, in Seconda Categoria.

Carlo GERVASONI: è stato radiato per calcioscommesse.

Federico PELUSO: gioca nel Sassuolo, in Serie A.

Ruben GARLINI: allenatore e collaboratore tecnico dell'Albinoleffe. 

Gabriele PERICO: gioca nella Virtus CiseranoBergamo, in Serie D.

Paolo FOGLIO: allenatore attualmente svincolato.

Mattia SERAFINI: gioca nell'Alma Juventus Fano, in Serie C.

CENTROCAMPISTI:

Filippo CAROBBIO: allenatore del Brusaporto, in Serie D.

Filippo ANTONELLI AGOMERI: direttore sportivo attualmente svincolato.

Roberto PREVITALI: gioca nel CazzagoBornato, in Eccellenza.

Ivan DEL PRATO: allenatore della Virtus Ciserano Bergamo, in Serie D.

Nicola MADONNA: gioca nella Giana Erminio, in Serie C.

Andrea CRISTIANO: gioca nella Terranuova Traiana, in Serie D.

Mirco POLONI:  direttore sportivo della Virtus Bergamo, in Serie D.


ATTACCANTI:

Marco CELLINI: gioca nel Prato, in Serie C.

Roberto BONAZZI: allenatore dell'Ardor Lazzate, in Eccellenza.

Nicola FERRARI: gioca nel Crema, in Serie D.

Francesco RUOPOLO: gioca nella Bagnolese, in Serie D.

Roberto COLACONE: responsabile del settore giovanile del Monza, in Serie B.


ALLENATORE:

Nicola MADONNA: allenatore della Primavera dell'Inter.​


@AleDigio89