Commenta per primo

Concreto ed efficace questo Parma. Due lampi di Gagliolo e Kulusevski lanciano i gialloblù in zona Europa League. L'Udinese va ko dopo tre vittorie consecutive, la squadra di D'Aversa sale a 31 punti agganciando Cagliari e Milan al sesto posto. Nessuna vertigine, il Parma non si volta a guardare indietro e va avanti per la sua strada. Con quella finestra sull'Europa che se prima era socchiusa ora è stata spalancata definitivamente. In vetrina c'è ancora una volta Dejan Kulusevski, la Juve già si sfrega le mani dopo averlo preso lasciandolo in prestito in gialloblù. Lo svedese è la grande intuizione di Roberto D'Aversa, che a inizio stagione l'ha piazzato largo a destra nel tridente d'attacCo, in un ruolo diverso rispetto a dove giocava nella Primavera dell'Atalanta. Qualche metro più avanti et voilà, il gioco è fatto.

MAGO D'AVERSA - Esperimento che ha funzionato fin da subito con tanti saluti a Karamoh. Quel tridente che partita dopo partita si deve reinventare sempre da zero: ha fatto passare in secondo piano un'assenza pesante come quella di Roberto Inglese, che dopo essere rimasto fuori per più di due mesi era tornato all'inizio del 2020 ma si è infortunato di nuovo almeno fino ad aprile. Una stagione maledetta. Per lui ma non per il Parma, che ha valorizzato al massimo Andreas Cornelius - oggetto misterioso ai tempi dell'Atalanta - capocannoniere della squadra con 7 gol. A 5 reti c'è Gervinho, finora quasi sempre a mezzo servizio per problemi fisici.

MERITI - Massimo rendimento a poco prezzo, applausi all'allenatore ma anche al ds Faggiano, capace di mettere in piedi una squadra di talento e qualità. D'Aversa adatta il suo gioco in base all'avversario. Nuove idee, nuovi schemi. Mai banali, spesso vincenti. Come oggi, con l'Udinese pericolosa solo un paio di volte ma mai veramente in partita. Il Parma aggancia il 6° posto, D'Aversa si affaccia sull'Europa.

IL TABELLINO

Parma-Udinese 2-0 (primo tempo 2-0)

Marcatori: 19' Gagliolo, 34' Kulusevski.

Assist: Scozzarella.

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo (61' Laurini); Kucka, Scozzarella (86' Grassi), Hernani; Kulusevski, Cornelius, Kurtic (73' Dermaku).

Udinese (3-5-2): Musso; Nuytinck, Troost-Ekong (79' De Maio), Becao (55' Jajalo); Larsen, Fofana (73' Nestorovski), Mandragora, de Paul, Sema; Lasagna, Okaka.

Arbitro: Sozza di Seregno.

Ammoniti: Hernani, Laurini (P); Troost-Ekong, Mandragora, Becao (U).