87
Inizio difficile per la Juve, la stagione, almeno per quanto riguarda il campionato, è parzialmente compromessa. La vetta è lontana, ma i senatori non mollano. La carica arriva anche da Giorgio Chiellini, la vecchia guarda punta allo Scudetto. Il difensore ha parlato a Zona 11 su Rai Sport,  come raccolto da Repubblica in un'anticipazione: "Ha ragione John Elkann a chiedere alla Juve il quinto scudetto, lo ha detto per spronare di più la squadra dopo un inizio difficile. La squadra sta crescendo, possiamo farcela.

Sono molte le ragioni delle difficoltà incontrate a inizio stagione, stiamo cercando di venirne a capo facendo anche autocritica. Il problema è globale, prendiamo molti gol ma anche ne facciamo pochi, dobbiamo correggere gli errori e quadrare la situazione con lucidità. Agnelli è il nostro presidente e il nostro primo tifoso, non vedo perchè dovrebbe andarsene, ha fatto molto bene, ha passione e dedizione, il primo ad arrivare e l'ultimo ad andare via. La sua presenza è garanzia di successi per la Juve''.
Conte? Ha sempre voluto uomini veri anche quando allenava la Juventus. Non bisogna generalizzare comunque, nei primi due anni con Pradelli ci si era creato qualcosa di molto importante. Una Nazionale con lo spirito di gruppo è alla base di qualunque successo. Pirlo? Io sono convinto che Pirlo rientrerà in Nazionale. Ma bisogna farci l'abitudine, è successo nella storia del calcio che i grandi fuoriclasse a un certo punto uscissero dalla Nazionale. Il suo tweet dall'America? Non si aspettava che lo inseguissero fin laggiù con le polemiche, lasciamolo tranquillo. Comunque io la penso come il nostro dg Marotta: all'Inter non ce lo vedo proprio".