13
Il capitano dell'Italia, Giorgio Chiellini, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la gara contro la Macedonia del Nord, primo turno ad eliminazione diretta dei playoff di accesso ai Mondiali di Qatar 2022.

LA PARTITA - "La sentiamo da novembre, da quando non siamo riusciti ad andare ai mondiali. Non è niente di straordinario, abbiamo due partite importanti, dovremo afforntarle una alla volta. Ci sarà un bellissimo ambiente, avremmo probabilmente voluta giocarla 10 giorni dopo quella di novembre, ma stiamo bene e siamo pronti anche adesso".

TITOLARE? - "Ho il rammarico perché siamo stati sfortunati con la Bulgaria, ma con la Svizzera abbiamo dominato in entrambe le partite anche se non abbiamo concretizzato. Serve comunque umiltà perché affrontiamo una squadra che non è qui per caso. Dobbiamo giocare a calcio con la giusta serenità. Il nostro percorso degli ultimi 3 anni e mezzo ci ha portato a vincere tante partite, pareggiarne alcune e perderne poche. Penso che chi ha vissuto la delusione di 4 anni fa ci darà una mano in più a gestire le emozioni"

COME STAI - "Sto bene, un paio di settimane fa qualche dubbio ce l'avevo e sono contento di essere qui. Vediamo come va fra oggi e domani. Non ho fastidio e timori e quello è importante. La speranza è di avere due partite, ma intanto bisogna pensare a domani".
IL MONDIALE - "Il Mondiale non serve per me. Ho avuto un po' meno fortuna con i Mondiali rispetto agli Europei, ma è un traguardo importante per tutti. Ma come ci abbiamo pensato tanto noi, ci pensano anche i tifosi. A Palermo c'è grande entusiasmo".

PARTITA CHE PUO' FARE LA STORIA IN NEGATIVO - "Facciamo in modo che non entri nella storia. L'importante è viverla con serenità. Non deve essere la partita della storia se perdiamo. Convinzione, un pizzico di presunzione e non dobbiamo aver paura".

APPOGGIO DELLE ISTITUZIONI - "L'appoggio c'è sempre stato. Difficile spostare il calendario in questi momenti. Onestamente non ho mai pensato che si potesse rimandare quella giornata di campionato. Tutti ci siamo preparati così. Le energie le abbiamo non vi preoccupate".