28
Prosegue anche nella stagione 2020-2021 l’appuntamento della nostra rubrica SOS Arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e assegna i voti agli arbitri del massimo campionato italiano. Di seguito il riepilogo degli episodi contestati della 23a giornata di Serie A:


VOTI E GIUDIZI AGLI ARBITRI della 23a giornata (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Atalanta-Napoli: Di Bello 5,5 (Var Fabbri). “Manca un rigore all’Atalanta per il contatto tra Mario Rui e Pessina al 17’. In diretta non si vede il tocco sul ginocchio del centrocampista, ma i replay lo evidenziano. Perché il Var non interviene dopo aver rivisto l’azione? Ingiustificate le proteste di Gasperini per oltre 5 minuti: l’espulsione è corretta”.

Benevento-Roma: Pairetto 6 (Var Chiffi). “Corretta l’espulsione di Glik: il primo giallo per un blocco su Mkhitaryan, il secondo per un’entrata dura sempre sull’armeno. Nel finale, provvidenziale il Var: Pellegrini era in posizione di fuorigioco nell’azione in cui Foulon colpisce El Shaarawy in area di rigore”.

Cagliari-Torino: Orsato 6,5 (Var Mazzoleni). “Grande polso e personalità, dirige bene una partita tutti’altro che semplice”.

Fiorentina-Spezia: Calvarese 6 (Var Giacomelli). “Ordinaria amministrazione per l’arbitro”.
Genoa-Verona: Marchetti 7 (Var Valeri). “Molto bene al debutto. Chiude il match con due soli ammoniti, sinonimo di grande personalità”.

Juventus-Crotone: Marini 6,5 (Var Banti). “L’episodio più importante al 38’, quando Ronaldo segna su cross di Alex Sandro. Lungo check del Var, che va velocizzato. Direzione di gara complessivamente più che positiva dell’arbitro”.

Lazio-Sampdoria: Massa 6 (Var Di Paolo). “Partita ostica, poteva risparmiarsi qualche ammonizione”.

Milan-Inter: Doveri 7 (Var Mariani). “Gestisce il derby con grande personalità e tranquillità. Lascia giocare sin da subito, ma lo fa con coerenza e in campo ogni sua decisione viene accettata con grande serenità dai giocatori. Chiude il match con tre ammonizioni. L’ennesima prestazione di alto livello: dà ragione a chi lo ha designato”.

Parma-Udinese: Irrati 5 (Var Piccinini). “Prestazione insufficiente e sottotono per un arbitro della sua esperienza. Troppe le undici ammonizioni a fine match: ha perso il controllo dei provvedimenti disciplinari. E manca un rigore per parte: al 15’, Walace colpisce intenzionalmente Karamoh con una spallata che va sul pallone. Irrati è vicino e valuta l’azione, per questo il Var non interviene. All’86’, Conti colpisce Ouwejan che gli ruba il tempo in area. Anche qui, Irrati valuta e il Var non interviene perché non c’è il “chiaro ed evidente errore”. La classica giornata no”.

Sassuolo-Bologna: La Penna 5,5 (Var Nasca). “L’espulsione di Hickey è giusta, per il piede alto dello scozzese, ma è grave il mancato intervento in diretta di La Penna. L’arbitro aveva giudicato regolare il contatto e dunque è stato salvato dal Var”.