Prosegue anche nella stagione 2018-2019 l’appuntamento della nostra rubrica SOS Arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e assegna i voti agli arbitri del massimo campionato italiano. Di seguito il riepilogo degli episodi contestati nella ventitreesima giornata di Serie A:

GLI ERRORI PIÙ GRAVI DEGLI ARBITRI (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Atalanta-Spal: “Hateboer stende Kurtic al 13’ e viene giustamente ammonito da Massa. Al 20’, altro brutto intervento dell’esterno dell’Atalanta su Costa: Massa lo risparmia, ma era da secondo giallo con conseguente rosso. Il Var in questi casi non può intervenire, perché il fallo non era da espulsione diretta”.

Bologna-Genoa: “Palacio già ammonito pochi minuti prima entra in netto ritardo su Lerager al 62’. Rocchi lo grazia: era da doppio giallo con conseguente espulsione”. 

Parma-Inter: “Al 9’ della ripresa, D’Ambrosio segna l’1-0 per i nerazzurri. Interviene però il Var per una presunta irregolarità del terzino dell’Inter”.

Torino-Udinese: “Alcune decisioni corrette, altre non prese che si rivelano dei veri e propri abbagli dall’arbitro Guida e dal Var Aureliano. Cross di Iago Falqué allo scadere del primo tempo, Larsen in modo scomposto para il pallone con la mano destra che, seppur attaccata al corpo, aumenta il volume. Perché il Var non interviene? Larsen scivola con addirittura due mani a cercare di intercettare il pallone. Al 69’, Okaka anticipa Djidji che lo stende in area: Guida lascia proseguire, ma viene richiamato dal Var Aureliano questa volta. All’83’, Lasagna corregge in rete il tiro di Ingelsson, ma è in fuorigioco. Altro gol annullato all’89’, questa volta a Okaka. Conclusione da fuori area dell’attaccante che entra in rete, ma interviene il Var per verificare la posizione di Lasagna sul tiro del compagno”.

VAR SÌ: Parma-Inter: “Richiamato dal Var Valeri, Irrati rivede l’episodio al monitor e annulla giustamente il gol: D’Ambrosio segna con il braccio”.

Torino-Udinese: “Dopo aver rivisto l’episodio, Guida assegna il rigore all’Udinese per fallo di Djidji su Okaka con ammonizione per il centrale del Torino. Corretto annullare il gol di Okaka. Lasagna impalla Sirigu proprio nel momento in cui Okaka sta calciando a rete, è proprio sulla linea ottica del portiere del Torino è gli nasconde il pallone”.

VAR NO

Torino-Udinese: “Perché il Var Aureliano non dice a Guida di rivedere l’episodio di Larsen come da indicazione dei designazioni arbitrali? Decisione che lascia perplessi: manca un rigore per il Torino con ammonizione per Larsen”.

I VOTI AGLI ARBITRI della ventitreesima giornata (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Atalanta-Spal: Massa 5 (Var Fabbri). 
Bologna-Genoa: Rocchi 5,5 (Var Doveri).
Chievo-Roma: Abisso 6 (Var Pairetto).
Fiorentina-Napoli: Calvarese 6 (Var Pasqua). “Nella ripresa, Dabo protesta per una trattenuta in area di Ghoulam, ma è molto blanda e non da rigore. Pochi minuti dopo, altre proteste della Fiorentina per un braccio di Fabian Ruiz in area, ma il pallone prima tocca l’anca: giusto non assegnare il rigore anche in questo frangente”.
Lazio-Empoli: Chiffi 6,5 (Var Orsato).
Milan-Cagliari: La Penna 7 (Var Manganiello). “Bella personalità dell’arbitro che chiude il match con un’ammonizione data al 75’”.
Parma-Inter: Irrati 6 (Var Valeri). 
Sampdoria-Frosinone: Marinelli 7 (Var Giacomelli). “Arbitro di Can B che dirige molto bene il match”.
Sassuolo-Juventus: Mazzoleni 6,5 (Var Maresca). “Djuricic ruba palla a Rugani al 3’ e si presenta davanti a Szczesny che devia il pallone anticipando l’attaccante del Sassuolo che poi cade a terra. Il Sassuolo protesta, ma non è rigore non potendo Szczesny smaterializzarsi e non facendo nulla l’attaccante per saltarlo. Decisione corretta di Mazzoleni, che conferma anche dopo il ricorso alla review”.
Torino-Udinese: Guida 5 (Var Aureliano).