78
Siccome ho avuto la fortuna di averli visti giocare alla Juventus entrambi, mi permetto di dire la mia sulla questione Dybala/Platini. Una discussione nata subito dopo l’esultanza di Paulo con lo Zenit, ovvero quella posa sdraiata sul prato inventata da Le Roi dopo un capolavoro di rete, una delle più belle segnate nell’intera storia del calcio, annullatagli in una finale (vinta) di Coppa Intercontinentale. A dire il vero la sua non fu un’esultanza, bensì una forma di protesta, un modo originale di esternare la propria delusione per quell’ingiustizia subita (ai tempi non c’era il Var), per quello sfregio all’artista del pallone. 

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM