215
Un'altra giornata di Serie A, altre voci che si aggiungono alla già lunga lista di infortuni che stanno condizionando il campionato. E che hanno un peso importante anche sulla corsa scudetto. Napoli, Milan e Inter, le tre squadre ora in testa alla classifica alle prese con stop che si incastrano a catena uno dietro l'altro: ultimi quelli di Kjaer (ginocchio da valutare) e il trittico Fabian-Insigne-Koulibaly per gli azzurri, che vanno ad aggravare una situazione già critica per le squadre di Pioli e Spalletti.

NAPOLI 36 punti - Proprio la capolista infatti continua a perdere pedine chiave dell'undici titolare. Il pareggio con rimonta subita in casa del Sassuolo fa male, perché lascia strascichi pesanti anche dal punto di vista fisico se si pensa che i tre infortuni citati in precedenza sono tutti di natura muscolare: adduttore per Fabian, indurimento del polpaccio per Insigne e flessore per Koulibaly. Tre protagonisti che raggiungono in infermeria altri due pezzi pregiati come Zambo Anguissa, da valutare per il Milan, e Osimhen, che dovrà stare fermo decisamente più a lungo, senza dimenticare Manolas, nuovamente ai box per gastroenterite dopo aver appena recuperato da uno stiramento.

MILAN 35 punti - Non sta meglio il Milan, che aveva appena festeggiato il rientro di Maignan e Tomori (rispettivamente dopo l'operazione al polso e dopo i fastidi all'anca) ma ora teme di perdere a lungo Kjaer per il problema al ginocchio in avvio di gara con il Genoa, in attesa degli esami strumentali per decretare l'entità del guaio. Lo stop per le prossime gare è comunque certo, un'altra tegola per Pioli che in difesa fa già a meno di Calabria da tre giornate e ha scelte limitate anche in attacco, dove Rebic e Giroud sono ancora fermi per guai muscolari mentre Castillejo è sulla via del recupero. Sollievo solo dal centrocampo, con Bennacer alle prese con la labirintite ma nulla che preoccupi lo staff rossonero.
INTER 34 punti - E i nerazzurri? Per Inzaghi al momento non ci sono criticità particolari in vista delle prossime gare. Vero che contro lo Spezia mancavano due terzi della difesa titolare, ma non si tratta di problematiche a lungo termine: Bastoni ha dato forfeit per una gastroenterite, De Vrij corre verso il rientro dopo il risentimento muscolare alla coscia destra. Ci vorrà una settimana in più per rivedere invece Darmian e Ranocchia, da valutare anche Kolarov che comunque non è un titolare per il tecnico.

@Albri_Fede90