Un anno fa di questi tempi nascevano i colpi de Vrij e Asamoah, titolari di oggi. Adesso le idee per nuovi acquisti a costo zero sul tavolo dell'Inter non mancano, anzi; si lavora su diversi fronti, tra desideri, bocciati e giocatori proposti. Perché le opportunità sono diverse ma le scelte della società nerazzurra sono già chiare per orientarsi tra le possibili operazioni.

CHI E' PROMOSSO - Il nome di Anthony Martial è il sogno dell'Inter come di tanti altri club che si sono mobilitati per prendere informazioni sul francese. Autore di una stagione fenomenale col Manchester United fin qui, Martial va a scadenza a giugno ma c'è una clausola di rinnovo con lo United fino al 2020 che rende complicato qualsiasi pensiero concreto. Insomma, ad oggi è durissima. Sulla lista di Ausilio è a livelli molto alti Hector Herrera, centrocampista del Porto extracomunitario che l'Inter è volata a vedere più volte anche da vicino, pedina di esperienza internazionale e con caratteristiche utili per la rosa nerazzurra; pure in questo caso c'è molta concorrenza ma Ausilio è in corsa. Jan Vertonghen invece è un'enorme occasione per la difesa, va a scadenza col Tottenham e l'Inter ha preso appunti, novità di questi giorni in attesa di definire la strategia sui centrali della stagione 2019/2020 visto che potrebbe salutare Miranda nonostante il rinnovo. Da ricordare sempre che questi affari sarebbero sì a parametro zero, ma tra ingaggi al rialzo e commissioni elevate ci sono considerazioni in corso su ogni aspetto.
CHI NON CONVINCE - Dal Portogallo sono stati proposti poi altri due giocatori su cui l'Inter non si è scaldata. Yacine Brahimi è un esterno che va per i 29 anni e pretende cifre importanti, il Porto ad ora non ha accordi per il suo rinnovo e l'algerino si è offerto; Ausilio non ha fatto passi avanti, così come per Eduardo Salvio del Benfica, ala classe '90 argentino purosangue, mai davvero determinante in carriera, nome su cui l'Inter non ha mosso passi concreti nonostante il suo agente nel blitz in Italia abbia avanzato la candidatura di Salvio alla dirigenza nerazzurra. Tra promossi e bocciati, le prime decisioni sono prese. Ma le corse ai colpi a costo zero restano tortuose, lunghe, piene di ostacoli. De Vrij insegna, a un passo dal rinnovo a gennaio scorso ma con l'Inter premiata per la sua voglia e insistenza durata mesi. I prossimi nomi sono già sulla lista...