791

Clamoroso colpo di scena in casa Milan per il futuro: niente Ralf Rangnick, il manager tedesco non arriverà in rossonero. L'indiscrezione rimbalzata dalla Germania nel pieno della sfida con il Sassuolo trova conferme, la società rossonera ha deciso di abbandonare la pista che porta a Rangnick nonostante il lungo flirt da novembre: si va quindi verso la conferma di Stefano Pioli in panchina, premiato per l'ottimo rendimento dalla ripresa dopo il lockdown. Attesa in questo senso una comunicazione da parte del Milan al termine della partita con il Sassuolo, che annuncerà il prolungamento biennale del tecnico

CONFERMA - A conferma del mancato approdo a Milano, arrivano le parole dell'agente di Rangnick, Marc Kosicke, riportate da Bild: "​AC Milan e Ralf Rangnick hanno concordato che non è il momento giusto per lavorare insieme. Per questo motivo e tenendo conto del buon andamento e dei risultati con il coach Pioli, è stato deciso congiuntamente che Ralf Rangnick non assumerà un ruolo all’AC Milan". Alla base della rottura con Elliott, il rifiuto di Rangnick di dedicarsi al ruolo di direttore tecnico convivendo con Pioli, con la richiesta di avere maggior voce in capitolo su allenamenti e squadra. Per il manager tedesco si profila ora un prolungamento di contratto con il gruppo Red Bull.